Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

A Parigi Di Guida è bronzo mondiale U20

/immagini/Judo/2009/Di_Guida_WC_U20_RID.JPG
Parigi, 25 ottobre 2009. Domenico Di Guida ha conquistato la medaglia di bronzo nei +100 kg ai Campionati del Mondo U20 che si sono disputati nello Stade Pierre De Coubertin di Parigi. Protagonista di una gara straordinaria, segnata dalle vittorie per ippon di tai otoshi su Szabolcs Gombar (HUN), di uchi mata su Enkhtur Enkhjargal (MGL), netta anche su Ryuta Toyoda (JPN), con 3 sanzioni, il napoletano Di Guida è stato fermato in semifinale da Cho Eun Saem (KOR), poi vincitore, ma con un tai otoshi a 40” dal termine ha rovesciato l’esito della finale per il bronzo con Oleksandr Sizov (UKR). L’Italia sale dunque sul podio mondiale U20 nell’ultima delle 4 giornate di gara a Parigi, dopo i quinti posti di Antonio Campese nei 55 kg, Edwige Gwend nei 63 kg ed il settimo di Alice Fiocchi nei 57 kg ed è un ritorno atteso 9 anni. Di Paolo Bianchessi (3°) nel 2000 infatti, l’ultima medaglia degli azzurri ai Mondiali U20. «Ringrazio tutta la squadra, il mio maestro Gianni Maddaloni, mio padre Luigi e mio zio Vincenzo che sono venuti da Napoli per vedermi – le parole a caldo di Di Guida - La gara è stata dura, ma ho creduto di potercela fare in ogni singolo istante ed è andata bene. Sono contento anche di essere l’erede di Ciccio Bianchessi sul podio mondiale e spero di meritare questo onore». Il Giappone, con 14 atleti sul podio su 16 categorie per 8 primi posti, 1 secondo e 5 terzi, è stato il grande dominatore lasciandosi alle spalle Ucraina (1-2-0), Francia (1-1-2), Sud Corea (1-1-1), Brasile e Ungheria (1-0-2). «Nonostante la sfortuna, la squadra giovane, gli errori degli ultimi secondi, con la medaglia di Di Guida – è il commento di Raffaele Toniolo – il nostro Mondiale si illumina di una luce diversa. Considerato che le ultime medaglie azzurre in un mondiale U20 sono quelle di Meloni e Bianchessi nel 2000, e che quella di Domenico è la settima che l’Italia conquista da quando si disputa questa manifestazione, possiamo dire senz’altro che per i nostri colori è stato un mondiale assolutamente positivo. Dispiace di non poter festeggiare 4 medaglie e naturalmente dovremo capire bene i perché, ma è indubbio che questo gruppo è composto da ragazzi fantastici e che la medaglia di Domenico rappresenta idealmente il premio per tutto il gruppo». Classifiche 4ª giornata -78 kg 1. OGATA, Akari JPN 2. HARRISON, Kayla USA 3. AGUIAR, Mayra BRA 3. MALZAHN, Luise GER 5. KAPAEVA, Regina RUS 5. MAKUKHA, Ivanna UKR 7. SHIM, Ha-Na KOR 7. TSEND-AYUSH, Naranjargal MGL +78 kg 1. CERIC, Larisa BIH 2. KINDZERSKA, Iryna UKR 3. JABLONSKYTE, Sandra LTU 3. YAMABE, Kanae JPN 5. ALVAREZ, Sara ESP 5. QUINTIN, Aurore FRA 7. KUELBS, Jasmin GER 7. TREFILOVA, Maria RUS -100 kg 1. KRPALEK, Lukas CZE 2. DOMANSKI, Tomasz POL 3. MOL, Tobias NED 3. SAN MARTIN, Alejandro ESP 5. GASIMOV, Elmar AZE 5. MARTSULEVICH, Anton BLR 7. DELVERT, Clement FRA 7. YAZICI, Feyyaz TUR +100 kg 1. CHO, Eun-Saem KOR 2. NAZHMUDINOV, Magomed RUS2. 3. BREITBARTH, Andre GER 3. DI GUIDA, Domenico ITA 5. SIZOV, Oleksandr UKR 5. TOYODA, Ryuta JPN 7. KUCHKAROV, Sokhrukh UZB 7. METTIS, Juhan EST

Altre News