Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Quintavalle “out” a Tokio, solo Verde, Ciano e Bagnoli nei top 16

Tokio, 13 dicembre 2009. Giulia Quintavalle è stata eliminata negli ottavi di finale dei 57 kg nell’IJF Grand Slam di Tokio. Una vittoria per ippon di uchi mata sulla britannica Connie Ramsay e poi la sconfitta con Marlene Hein (GER) hanno chiuso il percorso nel torneo giapponese della campionessa olimpica 2008. Fallito il tentativo della Quintavalle di entrare nelle top 16 dunque, l’Italia ha qualificato tre atleti per il World Masters: Elio Verde (60), Antonio Ciano (81) e Lorenzo Bagnoli (90), che il 16-17 gennaio 2010, a Suwon (KOR), si confronteranno con i migliori 16 della World Ranking List di ciascuna categoria di peso con duecentomila dollari di montepremi e punti extra per la qualificazione olimpica. Saranno rappresentate 42 nazioni di 4 continenti con il Giappone unica nazione presente in tutte le categorie. Record nipponico anche nell’IJF Grand Slam di Tokio dove ha chiuso in testa nel medagliere: 11 medaglie d’oro su 14 in palio. Il D.T. Felice Mariani sulla prova degli azzurri a Tokio: «Quintavalle ha fatto un bell’ippon di uchi mata, ma poi con Hein ha sbagliato tipo di incontro, mentre Ciano è partito un pò bloccato e quando ha preso il giusto ritmo era tardi. Bene Elio Verde e bravo Bagnoli con l’uzbeko, l’ha proprio distrutto, peccato poi quella distrazione fatale». Sul regolamento arbitrale invece, Mariani annuncia un’anticipazione da parte di J.C. Barcos (Capo commissione arbitri IJF): «Dal 1° gennaio il nuovo regolamento sarà applicato per intero, senza limitazioni. Anzi, potrebbe passare addirittura l’inasprimento della presa sotto la cintura sanzionata direttamente con hansokumake (squalifica), senza avvertimento». Le classifiche della 3ª giornata -48 kg 1. FUKUMI, Tomoko JPN 2. KONDO, Kaori JPN 3. MENEZES, Sara BRA 3. YAMAGISHI, Emi JPN 5. BOGDANOVA, Liudmila RUS 5. IBE, Shoko JPN 5. KONDRATYEVA, Nataliya RUS 5. VAN SNICK, Charline BEL -52 kg 1. NAKAMURA, Misato JPN 2. NAREKS, Petra SLO 3. CARRASCOSA, Ana ESP 3. MIRANDA, Erika BRA 5. BONNA, Penelope FRA 5. KIM, Kyung-Ok KOR 5. KRAEH, Mareen GER 5. NISHIDA, Yuka JPN -57 kg 1. TOKUHISA, Hitomi JPN 2. MATSUMOTO, Kaori JPN 3. RIBOUT, Morgane FRA 3. SATO, Aiko JPN 5. BELLORIN, Concepcion ESP 5. CAPRIORIU, Corina ROU 5. CLARK, Sarah GBR 5. HEIN, Marlen GER -100 kg 1. HWANG, Hee-Tae KOR 2. ANAI, Takamasa JPN 3. KRPALEK, Lukas CZE 3. ZHORZHOLIANI, Levan GEO 5. BATTULGA, Temuulen MGL 5. BORODAVKO, Jevgenijs LAT 5. PFEIFFER, Dino GER 5. STIEGELMANN, Frederic FRA +100 kg 1. TAKAHASHI, Kazuhiko JPN 2. SUZUKI, Keiji JPN 3. PADAR, Martin EST 3. TANGRIEV, Abdullo UZB 5. BRYSON, Oscar CUB 5. OKRUASHVILI, Adam GEO 5. SANTOS, Walter BRA 5. TACHIYAMA, Hiroki JPN