Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

La parola di Davide Benetello dopo i Mondiali di Parigi

/immagini/Karate/2012/benetello.jpg

Roma, 7 dicembre - adesso tocca a me.... Vorrei esprimere la mia personale opinione, che al di la di false modestie, ritengo valida. Ho partecipato, finalmente in primissima persona ai XXI Campionati Mondiali di Parigi, in primissima persona, perché come rappresentante Atleti W.K.F ho avuto l’ opportunità di presenziare al Comitato Esecutivo della WKF e anche al Congresso W.K.F. Vorrei farvi partecipi di quanto lavoro e quanto impegno la nostra Federazione Mondiale nella persona del Presidente Antonio Espinós e del Segretario Generale George Yerolimpos, di tute le commissioni Tecniche, Arbitrali, mediche, sportive, organizzative e atleti, stiano mettendo per fare si che il nostro sogno olimpico venga finalmente coronato. Di quanta fatica e quanto sudore sia ogni giorno versato su ogni tatami per raggiungere quei benedetti 5 cerchi di diverso colore….ma è veramente difficile spiegarvelo, perché molte notizie a noi arrivano frammentate e qualche volta anche manipolate, e la nostra visione dell’insieme risulta, alcune volte, per forze di cose, distorta. Ma vi posso assicurare che ci stiamo provando, noi e voi, con tutti i nostri mezzi, con quello spirito del Samurai che dovrebbe contraddistinguere ogni ottimo “Karateka” del mondo a fare le cose veramente bene…… E i nostri cari cugini d’oltralpe, avversari validissimi in molte sfide sul tatami, hanno organizzato il più bello e numeroso Campionato del Mondo di tutti i tempi, con ben 116 Nazioni presenti e più di 1000 Atleti, facendoci fare una gran bella figura di fronte ai Membri del C.I.O. che sono venuti ad assistere al nostro Campionato del Mondo di Karate…Al Campionato del Mondo della più grande ed unica Federazione di Karate riconosciuta dal C.I.O.: la W.K.F. Ma questo non è tutto, perché se io ho avuto “ l’opportunità” di essere presente da protagonista Tecnico a Parigi, lo devo sicuramente alla mia carriera di atleta e a chi ha gestito la mia persona, ma anche alla mia Federazione, la Fijlkam e in particolar modo nella persona del nostro Presidente di settore Prof. Giuseppe Pellicone. Conoscevo molto bene lo spessore del nostro Presidente, ma mi ha letteralmente emozionato, il calore e il rispetto che moltissimi Presidenti di altre federazioni, Tecnici e simpatizzanti gli hanno costantemente dimostrato durante tutti i giorni di riunioni e di gara. Se i nostri ragazzi sono saliti negli ultimi anni e anche a Parigi, più volte sul tetto del mondo, non è solo perché il livello tecnico italiano è invidiabile, con il fondamentale contributo dei gruppi Sportivi Militari, del D.T. Pierluigi Aschieri e dell’immenso lavoro che i validissimi Tecnici italiani svolgono nelle loro Società creando sempre validi e giovani ricambi e Atleti di indubbio valore per concederli poi alla vincente Attività Giovanile Federale, ma anche e sicuramente perché il nostro Presidente ha dimostrato più e più volte che lo stile italiano nel mondo è molto rispettato. Il Nostro Presidente Giuseppe Pellicone ha deciso di non ricandidarsi alle prossime votazioni nazionali… non posso che dire “Grazie Presidente! Grazie per tutto quello che ci ha donato ed insegnato in questi molti anni di presidenza, sicuramente nel tempo sarà un vuoto molto difficile da colmare per tutti noi, ma sono sicuro che lei ci traghetterà ancora per un po’, fino a quando non sarà sicuro che il Karate visto alla sua maniera potrà camminare con le sue gambe.” Ovviamente non posso che augurare al successore un grosso in bocca al lupo per il futuro. L’ultima “Novità” di questi giorni, è che il prossimo 19 Dicembre una task force W.K.F capitanata ovviamente dal Presidente Antonio Espinós, e nella quale avrò anche io l’onore di essere presente, andrà a Losanna ( Svizzera) presso il Quartier Generale del C.I.O. per la presentazione Ufficiale del Karate come prossimo candidato all’ingresso nei Giochi Olimpici 2020. Un passo molto importante che ci vedrà impegnati per molti mesi del 2013 in un tragitto impegnativo e ricco di emozioni. Appuntamento a settembre 2013 per il Congresso del C.I.O. a Buenos Aires, solo allora conosceremo il nostro destino olimpico. In bocca al lupo Karate ! The K is on the Way !!!! Karate Olympic 2020 !!!

 

Altre News