Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

La squadra Azzurra Giovanile è partita per l'Europeo di Konya (Tuchia)

/immagini/Karate/2013/SQUADRA AZZURRINI 1.jpg

Roma 6 febbraio 2013 – E' partita questa mattina la Squadra Nazionale Giovanile per Konya (Turchia) dove dall’ 8 al 10 febbraio p.v. si terrà il 40° Campionato Europeo Cadetti, Juniores, Under 21 di kata (forma) e kumite (combattimento), individuale ed a squadre, maschile e femminile. Un evento cui si prevede parteciperanno rappresentanti di una quarantina di paesi continentali, tra i più forti nel mondo. La Squadra Italiana, accompagnata dai componenti della Commissione Nazionale Giovanile al completo, con i Maestri Vito Simmi (Presidente), Gennaro Talarico, Santo Torre (Componenti) ed i collaboratori Maestri Tiziana Costa e Vincenzo D’Onofrio, dal Professor Andrea Lino (Medico Federale), cui si aggiungono gli Arbitri internazionali designati i Signori Giuseppe Zaccaro (Commissione Mondiale), Anna Maria Notari, Umberto Bedendo e Alessio Giraldi, schiererà sui quadrati di gara ben 24 Atleti. Nella precedente edizione di Baku (Azerbaijan), un bottino di ben otto medaglie (3 ori, con la squadra femminile di kata; Chiara Zuanon cat. + 59 , Francesco D’Onofrio cat. 61 kg nel kumite; 1 argento, con Terryana D’Onofrio nel kata cadetti; 4 bronzi, con Silvia Semeraro cat . 54 kg, Erminia Perfetto cat. 48 kg, Viola Lallo cat. 47 nel kumite e Michaela Di Desiderio nel kata) permise all’ Italia la conquista del quarto posto nella classifica per Nazioni alle spalle di Francia, Spagna, Turchia.
"L’attenzione - ha spiegato il maestro Simmi - è stata tutta sui fondamentali quali distanza, spostamenti, attacchi rapidi, difesa, con lavoro sulle tecniche valide secondo i parametri internazionali.” Nel kata femminile, ha detto Tiziana Costa, “ la priorità è stata rappresentata dalla capacità di trasmettere emozioni, con l’esecuzione di ritmi in grado di creare il coinvolgimento dell’arbitro sul tappeto, il tutto secondo modelli prestazionali di alto livello”. Anche nel kata maschile, ha spiegato il maestro Santo Torre, “si è guardato ad una puntuale verifica dei kata di gara, ma più che sotto l’aspetto gestuale sotto quello psicologico, che conferisce la giusta carica per una esecuzione vincente. Sono del resto state apportate al regolamento di gara delle modifiche apparentemente assai semplici, come quelle per il saluto iniziale, che si potrebbero considerare una virgola…ma spesso si vince o si perde proprio per una virgola!”. Fiducioso il tecnico Vincenzo D’Onofrio: “per l’allenamento, il lavoro fisico è stato ridotto al minimo necessario in questo raduno, privilegiando carichi di lavoro di natura tecnico-tattica. L’obiettivo di preparare organicamente e funzionalmente gli atleti ad affrontare una tale prestazione è stato del resto già perseguito con i seminari ed il lavoro in palestra, ed i nostri Azzurrini si sono presentati sin dalle prime battute in uno stato di massima forma.”. Per il kumite femminile in particolare – ha detto a sua volta Gennaro Talarico – “ con un lavoro tattico e neuro cognitivo il raduno ha posto l’accento sui tempi di reazione, che consentono di interdire l’attacco dell’avversario, di anticiparlo, di renderlo infruttuoso.” “Questo Europeo si svolgerà in terra turca – ha concluso il Maestro Vito Simmi – nazione leader, come noto, nel movimento del karate. L’Italia schiera atleti già verificati e di esperienza, quali – per non citarne che alcuni – Emanuele Sarnataro, Francesco e Terryana D’Onofrio, Silvia Semeraro, Michaela Di Desiderio, Enzo Acerbo, Angelo Crescenzo, cui si aggiungono le nuove, più che promettenti leve, selezionate dai risultati agonistici e dal conseguente ranking federale. Abbiamo tutte le carte in regola quanto meno per confermare il risultato dell’altr’anno…

La Squadra Azzurra è composta dai seguenti Atleti:

Kumite femminile

Cadetti

-54 kg. Asia STAGLIOLI APD Shirai Club San Valentino (Salerno).

Kumite Maschile

-63 kg. Daniele SIMMI ASD Kyohan Simmi Bari;
- 70 Kg. Antonio DI STEFANO ASD Shizoku Karate Avellino.

Kata individuale

Silvia SASSANO ASD Il Poliedro Centro di Formazione Biella;
Francesco ZACCONE ASD C.S. Karate Shotokan (Catania).

Juniores

Kumite femminile

-48 kg. Erminia PERFETTO OAM Yamaguchi Karate Tavernelle (Perugia);
-53 kg. Viola LALLO ASD Budokan Montelupo (Firenze);
-59 kg. Veronica COLANTUONO ASD Sport Connection Club (Roma);
+ 59 kg. Silvia SEMERARO ASD C.S. Teodoro Monteparano (Tarano);

Kumite Maschile

-55 kg. Luigi BISACCIA ASD Team Karate Ladispoli (Roma);
-61 kg. Vincenzo ACERBO ASD Shizoku Karate Avellino;
-68 kg. Francesco D’ONOFRIO ASD Centro Attività Motoria D’Onofrio (Potenza);
-76 kg. Michele HASANI Karate Nakayama ASD (Brescia);
+76 kg. Pasquale LONGOBARDI Champion Center ASD (Napoli);

Kata individuale

Terryana D’Onofrio ASD Centro Attività Motoria D’Onofrio (Potenza);
Samuel Stea ASD Metropolitan Karate Shotokan (Bari).

Under 21

Kumite femminile

-53 kg. Alessandra HASANI Karate Nakayama ASD (Brescia);
-60 kg. Elisa GERMONI ASD “Rvm Mizar Center (Roma);
+60 kg. Chiara ZUANON ASD ASI Karate Veneto Noale (Venezia);

Kumite maschile

-68 kg. Angelo CRESCENZO APD Shirai Club San Valentino (Salerno);
-78 kg. Emanuele SARNATARO Champion Center ASD (Napoli);
+78 kg. Nico ARMANELLI ASD Bushido Dojo Udine.

Kata individuale Under 21

Di Desiderio Michaela ASD Fit For You –Sez.Karate –Roma
Mattia Busato ASD Karate Castelfranco Veneto –Sport Target (Treviso).

Altre News