Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

Terminati i seminari nazionali di kumite e kata

/immagini/Karate/2015/SEM 2.jpg

Roma, 13 luglio 2015. Si è svolto con passione è professionalità il 71° Seminario Nazionale di Kumite e il 72° Seminario Nazionale di Kata che si è tenuto presso il PalaPellicone del Lido di Ostia (RM). Gli Atleti che hanno risposto all’invito della Commissione Nazionale Attività Giovanile hanno avuto la possibilità di verificare e perfezionare le loro capacità tecniche e tattiche. Gli allenamenti sono stati guidati dai componenti della Commissione Nazionale Attività Giovanile con la collaborazione dei Collaboratori Tecnici Federali Chiara Stella Bux e Giorgio Rainoldi. Su invito del Presidente della Commissione, Salvatore Nastro, il membro della Commissione U.d.G., Alessio Giraldi, ha svolto un importante lavoro di precisazione su alcuni aspetti fondamentale dei regolamenti di gara. Alessio Giraldi al riguardo dichiara:” Il lavoro tecnico svolto è risultato di ottima qualità, con un’importante attenzione rivolta alla precisione e al controllo delle tecniche, requisito fondamentale in particolar modo per le fasce di età e le categorie interessate. Dal punto di vista arbitrale (eravamo presenti io come rappresentante della CNUDG e Antonio Lallo, CRUG della regione Campania) abbiamo curato l’aspetto relativo ai comportamenti proibiti, sottolineando la distinzione tra quelli che rientrano nella prima piuttosto che nella seconda categoria e facendo degli esempi pratici per rendere maggiormente comprensibile l’argomento. Abbiamo inoltre sperimentato una pratica volta ad attivare un processo di interazione tra atleti e arbitri, cercando di far comprendere meglio il punto di vista dei giudici e la percezione che questi hanno nel momento in cui recepiscono l’informazione determinata dal gesto tecnico eseguito dagli atleti. A tale scopo i giovani partecipanti sono stati invitati a posizionarsi nelle postazioni dei giudici, ai quattro angoli del tappeto, e ad osservare gli scambi dei loro compagni impegnati in una simulazione d’incontro per cercare di capire il “punto di vista” dell’arbitro. L’obiettivo era quello di accrescere il loro bagaglio di conoscenze da utilizzare e sviluppare successivamente per fini tattici”. Il Presidente della Commissione, Salvatore Nastro aggiunge: “Il Seminario di luglio è stato molto proficuo per il lavoro svolto dai tecnici CNAG e dagli UDG presenti. Erano presenti 200 atleti tra kumite e kata maschile, mancava il kata femminile che ha svolto il seminario a giugno per un impegno improrogabile del tecnico Tiziana Costa. Sotto l'aspetto tecnico si è svolto un lavoro qualitativo volto a creare presupposti importanti per l'appuntamento più atteso dell'anno, ossia i Mondiali Indonesiani di novembre. Sia nel kata che nel kumite il lavoro si è soffermato sulla precisione del gesto e l’assetto posturale che ne determina l'efficacia. Questo lavoro è stato condiviso costantemente con il parere arbitrale che è diventato, finalmente, parte integrante della preparazione tecnico tattica degli atleti. Gli UDG presenti, Alessio Giraldi, chiaro e sempre impeccabile nei suoi interventi, e Antonio Lallo, infaticabile e sempre pronto a sostenere tutte le iniziative, oltre a chiarire agli atleti i comportamenti scorretti, con le relative penalità, hanno dato vita ad una sperimentazione coinvolgendo gli atleti che dovevano “arbitrare” i propri compagni, per meglio far capire la "forma mentis" di chi giudica. Infine, i tecnici Portoghese, Maurino, Costa, Rainoldi e Bux, al termine del seminario, hanno dato agli atleti un programma di lavoro da svolgere durante il periodo estivo. In qualità di Presidente CNAG sono molto soddisfatto”.

Altre News