Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ancora quattro medaglie per gli azzurrini a Budapest

images/karate/large/Karate_-_squadra_Europei_Budapest_2020_-_8_febbraio.jpg

Roma, 8 febbraio 2020 – Conclusa anche la seconda giornata degli Europei Giovanili di Budapest. Oggi sui tatami le squadre di Kata cadetti e juniores e tutti i pesi di Kumite della classe Juniores. Dopo le cinque medaglie portate a casa ieri dagli azzurri, la nazionale giovanile si conferma ancora una volta: il bottino di oggi è un oro, un argento e due bronzi.

Entrambe le squadre di Kata sono premiate con la medaglia. È oro per la squadra femminile composta da D’onofrio, Rizzo e Roversi. Dopo una grande prestazione nel pool, vince anche la finale ai danni della Spagna con 25.02 punti. La squadra maschile invece, composta da Arnone Binotto e Villano, si aggiudica la medaglia di bronzo battendo il team slovacco con 24.26 punti.

Nel Kumite la medaglia la conquistano Daniele De Vivo e Matteo Fiore. Nei -68 Daniele batte quattro avversari prima di trovarsi in finale per l’oro contro il turco Yurur, al quale deve purtroppo arrendersi. È argento per lui. Matteo Fiore, invece, nei 76 guadagna la medaglia di bronzo incastonando una serie di ottime vittorie a seguito del ripescaggio e chiudendo per 5 a o la finale con il macedone Stojanovikj.

Arriva a nove il medagliere provvisorio di quest’avventura al Budapest Olimpic Centre Arena e domani sarà il turno dei pesi di Kumite Under 21.

Clicca qui per i risultati in diretta.

Altre News