Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Concluso il primo evento del 2021: gara test in Serbia con Laura Pasqua

images/karate/large/Savio_Loria_e_Laura_Pasqua_9_gen_2021.jpeg

Roma, 9 gennaio 2021 – È andato oggi in scena ad Arandjelovac (Serbia) l’event-test organizzato dalla federazione serba in cui sono state invitate le migliori atlete della categoria olimpica femminile dei 61 kg, tra cui la nostra Laura Pasqua. Le atlete dovevano essere in sette, ma alla fine sono salite sui tatami serbi in cinque. Atleti e tecnici hanno condiviso la volontà di fare comunque sei incontri per ogni atleta, quindi dopo un girone classico all’italiana, sono stati fatti due incontri in più. Era una gara senza punti e senza classifica, il cui obiettivo primario era riportare gli atleti a confrontarsi ad alti livelli.

Ad accompagnare Laura c’era il tecnico Salvatore Loria: “Siamo felici di essere stati i primi a riprendere le competizioni. È stato importante rientrare in gara e ritrovare quelle situazioni differenti in cui la gara ti mette rispetto all’allenamento. Per Laura è stato importante essere qui oggi, con gli arbitri e con queste atlete, tutte molto forti. Laura le ha gestite bene: ha vinto un incontro, tre li ha pareggiati e ne ha persi due per un soffio. Al di là del risultato, che come dicevamo non ci interessava, è stato importante ritornare sul tatami internazionale con avversarie di questo livello. È stata una prova difficile perché i tempi di recupero erano molto brevi ed è stato fisicamente complesso. Tutte le atlete, infatti, erano fuori-gara e si vedeva. Tuttavia, Laura è cresciuta di incontro per incontro, andando sempre meglio.

In generale, abbiamo visto che dobbiamo lavorare bene sulla distanza e sulla gestione di alcuni momenti. Io ho potuto riflettere sull’andamento, vedendo gli altri atleti, e su quello che dovremo fare durante i prossimi ritiri. Mi confronterò con lo staff tecnico e con il team manager per capire come portare avanti il progetto per arrivare al meglio soprattutto alla Gara di Qualificazione diretta di Parigi. Ripartiremo il 21 gennaio col prossimo raduno e con stimoli importanti.”.

Altre News