Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Osservatorio Nazionale contro le discriminazioni nello Sport: per una cultura dell’inclusione

images/NewsFederazione/large/Osservatorio_nazionale_contro_le_discriminazioni_nello_sport.jpg

Roma, 15 febbraio 2021 – L’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha istituito l’Osservatorio Nazionale contro le discriminazioni nello Sport. Quest’ultimo si è riunito insieme alle Federazioni sportive italiane che hanno aderito, tra le quali naturalmente la FIJLKAM, per discutere insieme e, soprattutto, per capire come lavorare congiuntamente all’obiettivo comune di prevenire ogni forma di discriminazione.

Si è dunque discusso delle buone prassi messe già in atto dalle Federazioni, sia a livello locale che nazionale, e, soprattutto, di eventuali azioni di sensibilizzazione sui temi del contrasto alla violenza e alla discriminazione. Insomma, l’intento è di lavorare come una squadra, cercando di arrivare con ancor più forza al mondo giovanile.

Il direttore dell’UNAR Triantafillos Loukarelis si è dichiarato molto soddisfatto di questo primo incontro. Ha vivamente ringraziato le Federazioni per l’entusiasmo dimostrato sia nel voler contrastare i singoli casi di violenza o discriminazione durante le competizioni sportive, sia nel piano di comunicazione e informazione per sensibilizzare tutto il mondo dello sport. Oltre alla prevenzione, però, c’è anche la promozione dei valori giusti, ovvero, con le parole del direttore, “la cultura dell’inclusione, dei diritti umani, del rispetto e della valorizzazione delle differenze”.

Queste le parole del Presidente Domenico Falcone: “L’Osservatorio costituisce una grande opportunità per condividere con le altre Federazioni e con l’UNAR buone pratiche di contrasto ad ogni forma di discriminazione e violenza. Le nostre discipline, con i valori che le contraddistinguono, rappresentano già degli utili strumenti per promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione verso tutte e tutti e crediamo che, attraverso questo percorso condiviso, il mondo dello sport possa arricchirsi e rafforzare la sua capacità di intervento su questi temi”.

È stata molto importante, inoltre, la risposta di partecipazione delle Federazioni Sportive Nazionali e delle organizzazioni. Ecco l’elenco di chi ha aderito alla prima riunione dell’Osservatorio Nazionale contro le discriminazioni nello Sport: FIGC, Lega Calcio Serie A, Lega Nazionale Professionisti Serie B, Lega PRO, LND, AIC, Associazione Nazionale Atlete, FIDAL, FIP, Federazione Italiana Rugby, Federazione Italiana Canottaggio, FIT, FPI, FIS, FIPAV, Federazione Italiana Sport Equestri, FIJLKAM, FIGS, FISG, FIPSAS, Federazione Italiana Taekwondo, Federazione Motociclistica Italiana, FITET.

Altre News