Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Grand Prix a Pordenone, ultimo test per la Nazionale degli Europei di Kata

Ostia, 10 ottobre 2010. Saranno 18 le coppie italiane in gara a Pordenone nella sesta edizione dei Campionati Europei di kata (6 e 7 novembre), che quest’anno si svolgono in una formula inedita che prevede una prima giornata con la divisione dei kata in fasce di età e una seconda giornata con la disputa del Campionato Europeo open. Dodici coppie sono già state selezionate, mentre le ultime sei saranno comunicate dopo il Gran Prix di Villanova a Pordenone del 23 ottobre prossimo. Nel Nage No Kata la squadra è fatta in quanto i siciliani Salvatore Amico e Angelo Rubino hanno vinto il Gran Prix con una gara di anticipo e dunque esordiranno in nazionale a Pordenone nella classe over 35. Insieme a loro nell’over 35 ci saranno Alessandro Furchì e Michele Battorti (Fvg) che hanno alle spalle già due ottavi posti ai Campionati Europei in due kata diversi (Nage No Kata e Katame No Kata). Gli under 35 saranno i lombardi Andrea Sozzi e Antonio De Fazio e i veneti Diego ed Enrico Tommasi. Nel Katame No Kata due coppie in squadra da molto tempo: Stefano Proietti e Stefano Di Lello (Umbria, under 45) e Elio Paparello e Nicola Ripandelli (Lazio, over 45). In ballottaggio per l’ultimo posto disponibile negli under 45 le due coppie che si stanno contendendo il Gran Prix 2010: i veneti Andrea Fregnan e Stefano Moregola (che sarebbero al loro esordio in Nazionale) e i piemontesi Valter Sella e Sergio Rizzi (che hanno già combattuto una volta in maglia azzurra). Anche nel Kime No Kata due coppie già convocate e una da decidere. Per l’under 47 in gara la grande novità di Katia Scapazzoni e Sofia Roncone (Liguria) e per l’over 23 i plurimedagliati Giacomo De Cerce e Puerluca Padovan (Lombardia) che devono far dimenticare l’amnesia di Budapest. Ballottaggio per l’ultimo posto disponibile tra le medaglie di bronzo mondiali Rocco Romano e Gaetano Castanò (Lombardia) e Andrea Giani Contini e Giuseppe De Stefano (Toscana): tutte e due le coppie puntano a vincere il Gran Prix 2010. Nel Kodokan Goshin Jitsu i secondi (Daniele Mainenti e Andrea Faccioli, Veneto, over 47) e i quarti (Marika Sato e Alfredo Sacilotto, Friuli Venezia Giulia, under 47) dei Campionati del Mondo di Budapest sono già in squadra, mentre gli altri due posti devono attendere l’esito del Gran Prix, dove però saranno al via anche Mainenti e Faccioli. Anche il Ju No Kata completarà la squadra dopo il Gran Prix di Pordenone. Per ora sono in squadra le coppie plurititolate Ilaria Sozzi e Marta Frittoli (Lombardia, under 45) e Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini (Lazio, over 45). Anche Volpi e Calderini saranno al Gran Prix pordenonese, anche se per la vittoria del Circuito italiano si giocheranno tutto i siciliani Antonio Mavilia e Giovanni Tomarchio e la coppia padre/figlia Giovanni e Martina Calugi della Toscana. Il capodelegazione sarà il componente della Commissione Kata & Master Giovanni Strazzeri, che in questa edizione non arbitrerà. Gli arbitri per l’Italia saranno Antonio Ferrante, Cristina Vetturini, Gian Piero Gobbi e Luigi Crescini.

Altre News