Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Europei a Istanbul, Italia ferma a quota 2

/immagini/Judo/2011/eju-10069.jpg

Istanbul, 23 aprile 2011. L’Italia si è fermata a quota due. Due, come le medaglie di bronzo conquistate da Elio Verde (60) ed Erica Barbieri (70) nel campionato d’Europa di judo. La terza giornata nell’Abdi Ipekci Arena di Istanbul non ha regalato altre soddisfazioni alla squadra azzurra che ha registrato l’uscita di scena di tutti i suoi protagonisti, da Lucia Tangorre, sconfitta da Lucija Polavder (SLO) nei +78 kg ad Assunta Galeone, superata da Ana Velensek (SLO) nei 78 kg. Sconfitto al primo turno anche per Roberto Meloni superato da Kirill Denisov (RUS) nei 90 kg e Paolo Bianchessi nei +100 kg, costretto al ritiro con Janusz Wojnarowicz (POL) per un infortunio al ginocchio. Dopo la vittoria nei 90 kg con Matthew Purssey (GBR), si è fermato anche Lorenzo Bagnoli, superato da Grigori Minaskin (EST). Medagliere dominato dalla Francia con 4 medaglie d’oro, 2 d’argento e 3 di bronzo, ben undici nazioni si sono distribuite i 14 titoli in palio e, per la prima volta, la Bosnia è salita sul podio europeo più alto con Amel Mekic nei 100 kg. Domenica si assegnano i titoli a squadre con undici formazioni maschili e otto femminili al via, ma come annunciato l’Italia non partecipa.

Le classifiche

90 kg: 1) Ilias Iliadis (GRE); 2) Kirill Denisov (RUS); 3) Markus Nyman (SWE) e Varlam Liparteliani (GEO); 5) Robert Krawczyk (POL) e Milan Randl (SVK)

100 kg: 1) Amel Mekic (BIH); 2) Levan Zhorzholiani (GEO); 3) Irakli Tsirekidze (GEO) e Jevgenijs Borodavko (LAT); 5) Lukas Krpalek (CZE) e Cyril Maret (FRA)

+100 kg: 1) Teddy Riner (FRA); 2) Barna Bor (HUN); 3) Janusz Wojnarowicz (POL) e Martin Padar (EST); 5) Stanislav Bondarenko (UKR) e Zviadi Khanjaliashvili (GEO)

78 kg: 1) Audrey Tcheumeo (FRA); 2) Lucie Louette (FRA); 3) Ana Velensek (SLO) e Luise Malzhan (GER); 5) Abigel Joo (HUN) e Anastasiya Matrosova (UKR)

+78 kg: 1) Elena Ivashchenko (RUS); 2) Anne Sophie Mondiere (FRA); 3) Tea Donguzashvili (RUS) e Lucija Polavder (SLO); 5) Ketty Mathe (FRA) Ursula Sadkowska (POL)

Altre News