Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

EJU Expert approda in Italia, Jean Pierre Gibert a Lignano il 4-5 gennaio

/immagini/Judo/2013/2013 12 20 EJU Expert JP Gibert.jpg

Ostia, 20 dicembre 2013. Educazione e formazione sono obiettivi importanti per l’Unione Europea Judo ed EJU Expert è uno dei progetti attivati per promuoverli. Monitorato da Franco Capelletti (Vicepresidente EJU, presidente Commissione Educazione), il programma è affidato alla direzione di Ezio Gamba che, assieme ad altri dieci tecnici di spessore mondiale (Alexander Jatskevitch, Neil Adams, Maarten Arens, Jane Bridge-Charlot, Jean Pierre Gibert, Katsuhiko Kashiwazaki, Hiroshi Katanishi, Hirotaka Okada, Patrick Roux, Kaori Yamaguchi) ha sviluppato un programma tecnico che è stato avviato in giugno per educare allenatori ed insegnanti a motivare i giovani ad allenarsi e confrontarsi. Sabato 4 e domenica 5 gennaio EJU Expert approda per la prima volta in Italia e nell’ambito del Judo Winter Camp nel Palagetur a Lignano Sabbiadoro, Jean Pierre Gibert dirigerà il seminario “Sviluppo tecnico per insegnare ai giovani judoka di età compresa tra 8 -12 anni” articolato in quattro sedute (sabato e domenica 11-12.30 e 16-17.30). L’organizzazione di EJU Expert, che sarà video documentato e poi messo a disposizione sul web, è a cura della Fijlkam Fvg che si è avvalsa della collaborazione del Dlf Yama Arashi Udine già impegnato nel Winter Camp che inizia venerdì 3 per concludersi lunedì 6 gennaio con la presenza di atleti da 13 nazioni. Fra questi ci sono Ezio Gamba e trentatré campioni della Russia (M-F), la Slovenia di Marjan Fabian con (fra gli altri) Urska Zolnir, Lucija Polavder, Rok Draksic, la prima squadra dell’Italia guidata da Francesco Bruyere, Mike Swain con un team statunitense che comprende anche Aiko Sato, oro mondiale 2011 (57 kg) e Marty Malloy, bronzo a Londra e argento mondiale 2013 (57), la Svizzera di Giorgio Vismara e poi Gran Bretagna, Belgio, Sudafrica, Austria, Croazia, Serbia, Montenegro e San Marino. Il Camp sarà guidato fra gli altri da Giuseppe Maddaloni e Lorenzo Bagnoli.

 

Altre News