Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Grand Prix a Hohhot, coach Bruyere: Va bene così, ma ora pensiamo ai mondiali!

images/CGS_0161-1498909717-1498909718.JPG

Hohhot (Chn), 2 luglio 2017. È stato severo il Grand Prix a Hohhot per Nicholas Mungai e Giuliano Loporchio, i due azzurri impegnati nella terza ed ultima giornata di gare in Cina. Entrambi sono stati eliminati, Mungai nei 90 kg ha trovato la strada sbarrata dal cinese Wang, mentre Loporchio nei 100 kg è stato fermato da Pacek (Swe) e Kumric (Cro). Francesco Bruyere, coach e capodelegazione della trasferta, ha commentato così la prova complessiva della squadra azzurra: “Concludiamo la gara in Cina con una medaglia di bronzo e due quinti posti. Buone sensazioni per Edwige che, dopo la medaglia in Georgia (argento nel Grand Prix a Tbilisi in aprile, ndr), sta ritrovando sempre di più lo stato di forma. Buone anche le prestazioni di Esposito, che sta trovando la sua dimensione in questa categoria (gli 81 kg, ndr) e per Milani, che sicuramente ha le carte in regola per giocarsi le medaglie a questo livello. Tutti i ragazzi hanno combattuto alla pari e, considerando che la maggior parte della squadra che prenderà parte ai mondiali si trova già in Giappone per la preparazione estiva, in linea di massima possiamo dirci soddisfatti. Proseguiremo la preparazione per i campionati del mondo in Giappone per due settimane, quindi ci sposteremo a Bardonecchia, in altura e al fresco”.