Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ghiglione, Scatolino e Cuniberti primi a Capodistria, Koizumi e Giovinazzo a Catania

images/20181027_Koper44FGhiglione_Avanzato2.jpg

È Italia che viaggia ad alta quota anche quella dei cadetti e che, al termine della prima giornata dell’European Cup a Capodistria (317 atleti di 27 nazioni) guida il medagliere con tre primi, due secondi e due terzi posti. Thomas Scatolino nei 50 kg, Federico Cuniberti nei 66 kg e Giulia Ghiglione nei 44 kg sono i tre atleti che hanno messo al collo la medaglia d’oro e che hanno commentato così la vittoria. “Sono felicissima per questa giornata – ha detto Giulia Ghiglione - sicuramente non è stata una gara facile, ma ci ho creduto fino alla fine ed il risultato ha pagato la fatica. Dedico tutto ai miei genitori per i sacrifici che fanno per me ogni giorno”. “Sono felice per il mio risultato – è stato il commento di Thomas Scatolino - finalmente questa medaglia sblocca un lungo periodo di settimi posti che cominciava a starmi stretto. Voglio fare tre ringraziamenti: al mio tecnico Pierangelo Toniolo, che mi ha aiutato a credere in me stesso e mi ha sta insegnando il valore della fatica, poi Alessandro, che oggi insieme a Pierangelo mi ha aiutato a conquistare questa medaglia, infine la mia famiglia, che mi è sempre vicina sostenendomi e credendo in me costantemente”. “Sono contento della gara di oggi – ha concluso Federico Cuniberti - ringrazio la mia famiglia che mi ha permesso di venire anche qui e ringrazio Piero e Massimo, i miei allenatori, a cui devo gran parte di questo risultato. Voglio ringraziare anche Raffaele e Monica, che oggi mi hanno sostenuto in finale ed anche il mio amico Samuel che mi ha dato il suggerimento giusto al momento giusto. Non è stato facile disputare con lui la semifinale perché Samuel per me è come un fratello e salire sul podio insieme a fine giornata è stata una grande soddisfazione”. Secondo posto nei 55 kg per Vincenzo Skenderi e per Asia Avanzato nei 44 kg, mentre sono saliti sul terzo gradino del podio Samuel Salvo nei 66 kg e Sara Russo nei 52 kg. Domenica si prosegue con la seconda giornata. Il Koizumi Scicli ed il club Giovinazzo si sono aggiudicati invece il primato nella classifica per società maschile e femminile della Dynamic Cup che ha disputato a Catania la prova del Grand Prix cadetti. Domani sarà la volta della classe Juniores. Risultati Cadetti