Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Fitness Club primo a Brescia nel tricolore U21 femminile

images/2019/large/20190512_Fitness.JPG

Quattro medaglie per il Fitness Club Nuova Florida (1-1-2) e quattro medaglie anche per il Banzai Cortina Roma (0-0-4), 32 i punti sommati da entrambe, ma il primato delle società nel campionato italiano juniores femminile è andato al club guidato da Salvatore Ferro per la regola del valore delle medaglie. Al terzo posto si è classificato l’Akiyama Settimo Torinese e si è concluso così nel Centro Sportivo San Filippo a Brescia un tricolore U21 che ha lanciato un segnale particolarmente positivo sotto molti aspetti. “È andata bene – ha detto Salvatore Ferro, coach del Fitness Club Nuova Florida – anche se speravo in qualche oro in più. Comunque è uno stimolo per lavorare di più e rivederci al prossimo campionato. Le giovani, le cadette vanno fortissimo, credo abbiano vinto almeno tre titoli oggi. Stanno lavorando veramente bene, significa che i club e lo staff della nazionale cadetti e junior stanno lavorando bene. È stato un campionato davvero molto positivo”.

“Ringrazio la Forza e Costanza Brescia e tutti i volontari che hanno collaborato alla realizzazione di questo evento – ha commentato Cinzia Cavazzuti, responsabile del judo in Lombardia - il supporto di numerosi club è un segno di unità d’intenti ed entusiasmo che dà energia alla nostra regione. Sono infine gratificata dalla buona prestazione degli atleti lombardi che si sono dimostrati competitivi anche a questo livello”. Il commento delle campionesse.

Asia Avanzato, 44 kg: “Sono molto contenta, speravo di vincere questa gara e fortunatamente ci sono riuscita. La dedico al mio allenatore, alla mia famiglia e a tutti i compagni della mia palestra. Adesso spero di partecipare agli europei e magari anche ai mondiali”.

Assunta Scutto, 48 kg: “Me lo aspettavo, perché so come sto lavorando, sto lavorando veramente tanto in questo periodo. Come ogni gara ero tesa, ma comunque sono sicura delle mie potenzialità. Per quest’anno punto agli europei e ai mondiali cadetti, ma non mi accontento, voglio arrivare alle Olimpiadi”.

Veronica Toniolo, 52 kg: “In primis dedico questa vittoria a me che ho lavorato tanto, poi alla mia famiglia, a mio papà e mia mamma che mi sopportano da sempre e stiamo costruendo questo percorso che sarà ancora molto lungo insieme e sicuramente volevo riuscirci, volevo fare la doppietta e sono molto contenta”.

Silvia Pellitteri, 57 kg: “Ogni gara è a sè e in ogni gara l’obiettivo è vincere, poi non sempre ci si riesce naturalmente, però l’importante è raggiungere l’obiettivo che ci si prefigge. Dedico questa vittoria alla mia mamma, non solo perché oggi è la sua festa”.

Flavia Favorini, 63 kg: “Ero sicura di arrivare in finale, ma la finale non era scontata perché mi sono scontrata con un’atleta molto forte che è Nicolle D’Isanto, che veniva dalla vittoria all’assoluto. Ci avevo già perso una volta, ma è sempre combattuta tra me e lei, siamo due atlete che comunque se la giocano. Dedico la vittoria alla mamma – che oggi è la sua festa – alla mia palestra (Judo Frascati), al Banzai Cortina che mi permette di allenarmi lì e a tutti quelli che hanno fatto il tifo.”

Martina Esposito, 70 kg: “Ho passato un periodo un po’ buio in cui ho perso tante gare di seguito, ho lavorato molto e adesso i risultati si stanno vedendo, spero di fare bene anche in campo internazionale. Dedico la vittoria al maestro, a tutti ragazzi della palestra che mi sono stati vicini oggi e ai miei genitori”.

Betty Vuk, 78 kg: “Come sensazioni molto meglio sia mentalmente che fisicamente rispetto agli assoluti di due settimane fa. Dedico questa vittoria alla mia famiglia. Dopo la delusione degli assoluti non me l’aspettavo, sapevo di dover dare di più e l’ho fatto”.

Annalisa Calagreti, +78kg: “Vengo da un anno non facile, perché ho subito un intervento alla spalla ed è stato difficile anche un po’ riprendere, oggi ho dato conferma che piano piano sto riprendendo al meglio e questa deve essere solo la prima gara di tante altre. Dedico la vittoria a mia madre e a una persona speciale che è casa che mi aspetta”.

Risultati

44: 1) Asia Avanzato (Fitness Club), 2) Irene Impala (Jc Pirri), 3) Giulia Giorgi (Hydra Villabate) e Ilenia Salfi (Dojo Pianolago)

48: 1) Assunta Scutto (Cs G.Maddaloni), 2) Carlotta Avanzato (Fitness Club), 3) Silvia Giuseppa Drago (Titania Catania) e Giulia Santini (Fitness Club)

52: 1) Veronica Toniolo (Ginnastica Triestina), 2) Chiara Palanca (Accademia Torino), 3) Federica Silveri (Banzai Cortina) e Ylenia Monacò (Fitness Club)

57: 1) Silvia Pellitteri (Accademia Torino), 2) Federica Luciano (Akiyama Settimo), 3) Sara Lisciani (Banzai Cortina) e Valentina Tomellini (Jc Parabiago)

63: 1) Flavia Favorini (Jc Frascati), 2) Nicolle D’Isanto (Cs Pomilia), 3) Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina) e Caterina Mazzotti (Ksdk Parma)

70: 1) Martina Esposito (Star Judo Club), 2) Claudia Cerutti (Akiyama Settimo), 3) Irene Pedrotti (Dojo Equipe Bologna) e Cecilia Betemps (Banzai Cortina)

78: 1) Betty Vuk (Jc Tolmezzo), 2) Elena Andreoli (Pro Recco Judo), 3) Anna Fortunio (Fortitudo 1903) e Carolina Mengucci (Banzai Cortina)

+78: 1) Annalisa Calagreti (FfGg), 2) Erica Simonetti (Akiyama Settimo), 3) Valentina Miele (Banzai Cortina) e Asya Tavano (Sport Team Udine)

Altre News