<

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Lombardo senza rivali a Qingdao! Suo il primo oro azzurro al Masters

images/large/Medal66Kg2.jpg

C’è sempre una prima volta ed al Masters a Qingadao è stata la prima volta di Manuel Lombardo. Ed è stata ‹prima volta› che Manuel ha partecipato al torneo riservato ai Top della classifica mondiale, ma anche ‹prima volta› che un italiano ha vinto il Masters. E forse, dire soltanto che ha vinto la medaglia door nei 66 kg, potrebbe apparire fin riduttivo. Chiedere al coreano An Baul, al kazako Yeldos Zhumakanov, al mongolo Baskhuu Yondonperenlei, allo sloveno Adrian Gomboc ed al mongolo Kherlen Ganbold che, ad eccezione di An Baul, non sono riusciti a rimanere sul tatami fino la fine del match. «Sono contento di aver chiuso l’anno in bellezza - ha detto Manuel Lombardo - e di aver vinto il primo Master per l’Italia, perchè era il mio obiettivo principale». Un quinto posto ugualmente eccellente è stato quello guadagnato da Odette Giuffrida nei 52 kg, con le vittorie su Bokyeong Jeong (Kor), Khorloodoi Bishrelt (Mgl), Diyora Keldiyorova (Uzb), ma anche con le due successive sconfitte molto ben contese alle francesi Amandine Buchard e Astride Gneto. Bravo anche Matteo Medves che, nei 66 kg, ha superato l’uzbeco Sardor Nurillaev ed è stato poi fermato dall’israeliano Baruch Shmailov che, uscito da sankaku gatame, è riuscito a sua volta a conquistare il controllo dell’azzurro. E, con questa squadra che continua a sorprendere, venerdì sarà il turno di Maria Centracchio ed Edwige Gwend nei 63 kg, Alice Bellandi nei 70 kg, Fabio Basile e Giovanni Esposito nei 73 kg, Antonio Esposito e Christian Parlati negli 81 kg.
60: 1. Ryuju Nagayama (Jpn), 2. Francisco Garrigos (Esp), 3. Robert Mshvidobadze (Rus) e Sharafuddin Lutfillaev (Uzb)
66: 1. Manuel Lombardo (Ita), 2. Kherlen Ganbold (Mgl), 3. Baskhuu Yondonperenlei (Mgl) e Vazha Margvelashvili (Geo)
48: 1. Distria Krasniqi (Kos), 2. Narantestesg Ganbaatar (Mgl), 3. Irina Dolgova (Rus) e Melanie Clement (Fra)
52: 1. Ai Shishime (Jpn), 2. Amandine Buchard (Fra), 3. Diyora Keldiyorova (Uzb) e Astride Gneto (Fra)
57: 1. Jin A Kim (Kor), 2. Momo Tamaoki (Jpn), 3. Telma Monteiro (Por) e Jessica Klimkait (Can)

Altre News