Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nippon Napoli sul podio più alto dei Tricolori U21 maschili

images/large/20211120_U21_JeanCarletti.jpg

Sono stati assegnati nel PalaPellicone a Ostia i primi tre titoli di campione d’Italia di judo, classe juniores, ed a conquistarli sono stati Alexandru Comerzan dell’Isao Okano Club 97 di Cinisello Balsamo, primo nei 66 kg, Tommaso Fava del Kodokan Samurai Spello nei 90 kg e Jean Carletti del Judo Club 20211120 U21 JeanCarletti 1Camerano nei 100 kg. “Oggi è stato bravo -ha commentato il tecnico di Carletti, Marco Montanari - diciamo che ha fatto tutto quello che doveva fare. Da primo anno juniores dopo aver già vinto due argenti come cadetto in U21 siamo soddisfatti. Ora speriamo di ben figurare agli Assoluti”.

È stato completato nel frattempo anche il secondo blocco di gare dei campionati italiani juniores con l’assegnazione dei titoli nelle categorie dei 55 kg e 73 kg, vinti rispettivamente da Vincenzo Manferlotti del Nippon Club e Giovanni Zaraca dell’Acras Judo Bolzano.  

Il terzo ed ultimo blocco infine, ha registrato i successi di Daniele Di Capua del Nippon Club nei 60 kg, di Bright Maddaloni Nosa per le Fiamme Oro Roma negli 81 kg e di Lorenzo Turini per le Fiamme Gialle Roma nei +100 kg.

La classifica per società è stata vinta dalla Nippon Napoli del Maestro Parlati che ha detto: “Questa vittoria è una grande cosa che rincorriamo da parecchio, abbiamo fatto secondi e terzi posti, ma il primo era da qualche anno che non arrivava. Quindi è una grande soddisfazione, soprattutto per i ragazzi oltre che per la Società della quale sono il presidente. Dedicarsi ai ragazzi è il nostro impegno ed ottenere dei risultati importanti è gratificante, soprattutto quando si affermano ai massimi livelli come mio nipote Christian, che ha partecipato alle Olimpiadi a Tokyo”.

Domani in gara le categorie femminili

Classifiche primo blocco

66: 1. Alexandru Comerzan (Isao Okano Club 97), 2. Valerio Ferro (Fitness Club Nuova Florida), 3. Flavio Petruzzelli (Akiyama Settimo) e Manuel Misoaga (Asd G.Giovinazzo)

90: 1. Tommaso Fava (Kodokan Samurai Spello), 2. Francesco Fidone (Judo Club Koizumi Scicli), 3. Gabriele Sammartino (Judo Preneste G. Castello) e Alessio Galasso (Accademia Torino)

100: 1. Jean Carletti (Judo Club Camerano), 2. Andrea Redaelli (Isao Okano Club 97), 3. Romeo Metaj (Akiyama Settimo) e Gabriele Di Giuseppe (Polisportiva Yubikai)

Classifiche secondo blocco

55: 1. Vincenzo Manferlotti (Asd Nippon Club), 2. Francesco Pio Stefanelli (Asd Nippon Club), 3. Nicolò Busia (Akiyama Settimo) e Enzo Quattrociocchi (Asd G.Giovinazzo)

73: 1. Giovanni Zaraca (Acras Judo Bolzano), 2. Gennaro Guarino (Asd Nippon Club), 3. Matteo Nicoletti (Akiyama Settimo) e Fabrizio Esposito (Star Judo Club)

Classifiche terzo blocco

60: 1. Daniele Di Capua (Asd Nippon Club), 2. Giuseppe De Tullio (Judo Team Iacovazzi), 3. Simone Aversa (Banzai Cortina Roma) e Simone Casareto (Pro Recco Judo)

81: 1. Bright Maddaloni Nosa (Fiamme Oro Roma), 2. Elia Salvetti (Forza e Costanza Brescia), 3. Leonardo Piccolo (Accademia Torino) e Dario Praiotto (Akiyama Settimo)  

+100: 1. Lorenzo Turini (Fiamme Gialle Roma), 2. Andrea Palumbo (Harmony Club), 3. Pierandrea De Donno (Dojo Arashi) e Matteo Pieristi (Banzai Cortina Roma)

Società: 1. Nippon Club Napoli, 2. Akiyama Settimo, 3. Isao Okano Club 87

Altre News