Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Mondiali di Kata, il Giappone fa en plein, Italia subito dietro

/immagini/Judo/2009/MAINENTI.jpg
La Valletta, 18 ottobre 2009. Il Giappone ha fatto il pieno e nel Cottonera Sports Complex di La Valletta, dove si è svolto il primo Campionato del Mondo di Kata, ha conquistato cinque titoli iridati su cinque kata in competizione. Per la sesta medaglia, quella riservata alla sperimentale formula dell’IJF Judo Show Cup, il Giappone non si è nemmeno messo in concorso, lasciando il podio libero a Francia, Sudafrica e Italia che, nell’ordine, l’hanno occupato. Per l’Italia il mondiale è stato positivo, confermandosi con la Spagna seconda potenza mondiale ed aggiungendo, alle tre medaglie conquistate nella prima giornata, altre due, quella d’argento nel Kodokan goshin jitsu dei veneziani Daniele Mainenti e Andrea Faccioli e quella di bronzo nel Kime no kata dei milanesi Giacomo De Cerce e Pierluca Padovan. Il Reportage da Malta I quattro volte Campioni d’Europa e secondi nella Coppa del Mondo 2008 di Parigi Daniele Mainenti e Andrea Faccioli non falliscono e portano a casa il secondo argento della spedizione azzurra con una superba prova. Bene anche i Campioni d’Europa Giacomo De Cerce e Pierluca Padovan che arpionano con grande grinta il terzo gradino del podio. Giapponesi vincitori anche nella seconda giornata dei Mondiali di kata a Malta, ma azzurri e spagnoli sempre molto reattivi e capaci di monopolizzare il podio. “Ancora una grande pagina di judo in questo primo Campionato del Mondo – ha detto Stefano Stefanel che guida i kata italiani dal 2000 e dal 2005 anche la squadra nazionale – e le cinque medaglie sono un segnale significativo di come stiamo lavorando. Giappone e Spagna sono davanti a noi oggi, ma noi raccogliamo cinque medaglie contro le tre della Coppa del Mondo di Parigi”. Sta poi crescendo anche il Judo Show con gli azzurri terzi. Queste le classifiche della seconda giornata: KIME NO KATA – 15 coppie 1° Kenji Takeishi – Koji Uematsu (Giappone), 2° Fernando Blas – U Chan Chung Seu (Spagna), 3° Giacomo De Cerce – Pierluca Padovan (Italia), 4° Pierre Stockmans – Romuald Herman (Belgio), 5° Dirk Demaertelaine – Christ Inghelbrecht (Belgio), 6° Diego Velazco – Markku Phill (Svezia) 8° Giuseppe De Berardinis – Roberto Paniccià (Italia) KODOKAN GOSHIN JITSU – 14 coppie 1° Tamo Hamara – Masayoshi Yamazaki (Giappone), 2° Daniele Mainenti – Andrea Faccioii (Italia), 3° Jesus Verano – Maximo Gonzales (Spagna), 4° Josè Costa – Vitor Costa (Portogallo), 5° Tom Hino – Gerald Okimura (Canada), 6° Claude Jaume – Stephane Come (Francia) 7° Marika Sato – Alfredo Sacilotto (Italia) JUDO SHOW – 8 team 1° FRANCIA, 2° SUD AFRICA, 3° ITALIA (Andrea Sozzi, Antonio De Fazio, Ubaldo Volpi, Maurizio Calderini, Diego Tommasi, Enrico Tommasi), 4° Olanda, 5° FRANCIA 2, 6° USA, 7° MALTA, 8° IRAN

Altre News