Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

Oggi e domani ai mondiali di Belgrado sei Azzurri per il titolo iridato

/immagini/Karate/2010/foto_news_6.jpg
Belgrado, 30 ottobre – ieri, nel terzo giorno di gara per la nostra Squadra Nazionale, impegnata al Campionato del Mondo di Belgrado (Serbia), la competizione di kumite maschile e femminile, si è conclusa con nulla di fatto. La Squadra Maschile, composta nell’ordine da N. Maestri, S.Maniscalco, S.Loria, C.Massa, L.Busà, infatti, nella 1^ fase del 1°turno eliminatorio opposta alla forte squadra Turca, è stata sconfitta di misura per 2 a 1 e due pareggi, subendo il recupero degli avversari  a 50” dalla fine dell’ l’incontro. Stessa sorte per la Squadra Femminile, che dopo essere andata in svantaggio con l’G.Vitelli contro la formazione dell’Egitto, le compagne di squadra S.Cardin e L.Pasqua, non sono riuscite a recuperare lo svantaggio (punteggio 1 a 0 e due pareggi). Oggi, continua la gara che prevede le finali per l’assegnazione del titolo mondiale e per la medaglia di bronzo con ben sei finali e due finaline per la Squadra Nazionale. I pronostici della vigilia, vedono come grande favorito Luca Valdesi e la Squadra maschile di kata ( Maurino, Valdesi, Figuccio), per il fatto che, gli stessi, dominano la scena internazionale da diversi anni, anche se, ad attenderli, ci sono per Luca l’amico-rivale il venezuelano A.Diaz e la forte squadra giapponese. Grande attesa nel kumite anche per Luigi Busà (cat.75 kg.) che, ha combattuto da grande campione, e nonostante un po’ infortunato darà il meglio di sé, per mettere in riga in finale il temutissino campione del mondo l’azero R.Aghaiev. Buone sono anche le aspettative per la trevigiana Sara Cardin (Cat. 55 kg.) e Michele Giuliani (Cat.60 kg.) i due campioni d’Europa, che hanno disputato, sino ad ora, una eccellente mondiale. Ad attenderli in finale ci saranno il brasiliano D.Brose e la giapponese M.Kabayashi. Anche per l’umbra Greta Vitelli, dopo l’exploit di giovedì scorso, ci si aspetta una grande finale,  anche se ad attenderla c’è la brava francese N.Ait Ibrahim. Per arricchire il medagliere Azzurro saranno di scena nelle finali per il bronzo il capitano Salvatore Loria, encomiabile, per il fatto che vuole come sempre dare il meglio di se stesso in ogni circostanza, cercando di portare a casa la sua medaglia contro il russi I.Eldarunchev e la squadra di kata femminile (V.Bottaro,S.Battaglia, M.Pezzetti), anche se dovranno vedersela contro il team della Serbia molto sostenuto dal pubblico di casa. Sabato 30 ottobre Finali: Ore 12,00 maschile kumite Michele Giuliani contro D.Brose (Bra) (cat.-60 kg.);        femminile kumite Sara Cardin contro M. Kobayashi (Gia) (cat.-55 kg.);       Squadra di Kata Masch. (Maurino, Valdesi,Figuccio) contro la Sq. Giapponese; Finali per la medaglia di bronzo: ore 16,00 maschile kumite Salvatore Loria contro  I Eldaruchev (Rus) (cat.-84 kg.); Squadra di Kata Femminile (Bottaro,Battaglia,M.Pezzetti) contro la Sq. Serba; Finali: Ore 18,00 maschile kumite Luigi Busà contro R.Aghaiev (Aze) (cat.-75 kg.);       femminile kumite Greta Vitelli contro N.Ait Ibrahim (Fra) (cat.-68 kg.);       Domenica 31 ottobre Finali: Ore 17,00  kata individuali Luca Valdesi contro A.Diaz (Ven).

Altre News