Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mondiali Karate: L'Italia ipoteca altre quattro finali per il bronzo

images/News_Karate/Squadra_Femminile_Kata06.jpg

Linz 27 ottobre 2016 – La seconda giornata dei Mondiali di Karate di Linz in Austria, ha visto la nazionale azzurra agguantare altre 4 finali valevoli per la medaglia di bronzo, da aggiungere alle tre conquistate ieri grazie a Luigi Busà, Silvia Semeraro e Viviana Bottaro.
L'attesissima Sara Cardin, in qualità di campionessa europea e del mondo in carica, ha subito dimostrato la solita eleganza e precisione chirurgica nei colpi che infligge alle sue avversarie, ma dopo tre incontri non è riuscita ad avere la meglio sulla Brasiliana Valeria Kumizaki. Nel match di recupero però, riprende in mano la situazione battendo di esperienza la Slovacca Semanikova per 2 a 0. Nella finale per il bronzo troverà sul tatami la Giapponese Yamada.
La buona prova nel pomeriggio di Luca Maresca, spezza la tensione in questo mondiale e con caparbietà e tenacia riesce a superare in scioltezza il Kazako Assadilov e il Giapponese Onishi per poi fermarsi solo davanti al temibile Iraniano Mehdizadeh. Nei recuperi poi, Maresca ha tirato fuori una grinta straordinaria piazzando un 9 a 3 al Koreano Gu Ju e un 8 a 0 al Giordano Ahmad. Nella finale di sabato troverà, a contendersi la medaglia di bronzo, il Francese Agoudjil.
Anche nel kata individuale maschile e femminile la finale per l'oro è sfumata, infatti, la squadra femminile di kata, composta da Viviana Bottaro, Sara Battaglia e Michela Pezzetti dopo 2 vittorie con Macedonia e Slovacchia non è riuscita ad avere la meglio, in semifinale, sulla temutissima squadra Giapponese. La finale per il terzo posto vedrà le nostre ragazze contendersi il bronzo con la compagine Croata.
Stessa sorte per la squadra maschile di cui fanno parte Mattia Busato, Alfredo Tocco e Alessandro Iodice. Dopo un 5 a 0 inflitto al Sud Africa la corsa per l'oro è stata interrotta dalla Francia per 3 a 2. Nei recuperi però, gli azzurri hanno dimostrato grande carattere travolgendo la Germania per 4 a 0. Nella finale di domenica 30 ottobre affronteranno il team Egiziano.
Niente da fare per gli altri due giovanissimi italiani in gara Gianluca De Vivo e Viola Lallo che nonostante delle buone prove non sono riusciti ad affermarsi. 

Altre News