Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Giochi del Mediterraneo: un oro e quattro bronzi nel Karate! Lotta, Sanfilippo e Roccaro domani ai ripescaggi

images/Michele_Martina_Bronzo_Giochi_Mediterraneo.jpeg

Roma, 24 giugno 2018 - Si chiude il sipario sui Giochi del Mediterraneo per la Nazionale italiana di karate. A far brillare d’azzurro Tarragona oggi è stato Michele Martina che nei -84 kg si aggiudica la medaglia di bronzo. Il percorso dell’azzurro parte benissimo vincendo il primo turno contro il greco Tzanos per hantei (0-0): Michele si prende così una grande rivincita dopo il bronzo perso due settimane fa proprio contro l’ellenico nella tappa di Premier League ad Istanbul. Lo stop arriva al secondo turno quando il macedone Jakupi Berat si impone per 3-0: l’avanzata dell’avversario regala i ripescaggi all’atleta di Tivoli che vince subito per 2-0 contro il bosniaco Muhovic Meris per poi mettersi al collo la medaglia di bronzo dopo una finalina tiratissima con il serbo Cvrkota Dejan risolta per hantei. “La gara è partita in sordina per me – commenta Martina -, ero un po’ teso e poi ho subito un infortunio proprio nel primo incontro che mi ha un po’ infastidito per tutta la competizione. Nei ripescaggi è andata meglio e sono contento di essere riuscito a salire sul podio”. Quinto posto invece per Simone Marino nei +84 kg che non riesce a superare il primo turno contro l’algerino Daikhi Hocine: fatale la regola dello senshu (vantaggio e vittoria all’atleta che mette a segno il primo punto) al termine del match sul 4-4. Con l’algerino in finale, Simone ottiene direttamente la finalina per il bronzo che però sfuma ancora una volta per senshu sull’1-1 con il macedone Arsovski Zharko. Niente da fare invece per Clio Ferracuti che perde 4-3 contro la bosniaca Bektas Mirnesa nei -68 kg. 
Il bronzo di Michele Martina si va così ad aggiungere ai tre ottenuti ieri da Sara Cardin, Viola Lallo e Rabia Jendoubi che insieme all’oro vinto da Silvia Semeraro chiudono il bottino dell’Italia a quota 5 medaglie. 

Lotta -Nella prima giornata dedicata alla lotta greco-romana sono due le speranze di medaglia: Ignazio Sanfilippo (-67 kg) e El Mahdi Roccaro (-97 kg) perdono entrambi al primo turno rispettivamente con i francesi Ozay Yasun (8-0) e Noumonvi (5-1), ma i due avversari, accedendo alla finalissima, regalano l'opportunità di ripescaggio ai due azzurri. Domani mattina Sanfilippo affronterà lo spagnolo Oscar Parra, mentre Roccaro se la vedrà con il turco Demirci Suleyman: in caso di vittoria saliranno nuovamente sulle materassine spagnole per giocarsi la medaglia di bronzo. Si chiudono invece amaramente i Giochi per gli altri azzurri in gara, tutti eliminati al primo turno. Riccardo Abbrescia non riesce a superare Starkevic nell’incontro terminato 7-3 a favore del croato, così come Fabio Parisi è costretto a cedere nei 87kg al croato Huklek per 5 a 0. Fuori in prima battuta anche il bronzo europeo Jacopo Sandron superato dal croato Lizatovic per 8-0.