Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Azzurri out ad Umago. Alle Olimpiadi Giovanili solo Rosario Ruggiero

images/azzurri_umago_olimpiadi_qualificazioni_karate.jpeg

Roma, 1 luglio 2018 - Si è chiuso ieri il Torneo di Qualificazione Olimpica Giovanile di Umago, in Croazia, senza exploit da parte dei cinque azzurrini impegnati in gara. Per staccare il biglietto aereo per Buenos Aires, dove ad ottobre si terranno i primi Giochi a Cinque Cerchi giovanili in cui sarà incluso il karate (solo la specialità kumite), era necessario aggiudicarsi la finale di categoria in uno dei due giorni di gara. Il solo a spingersi più vicino all’obiettivo è stato Morra Christian (-61 kg): giunto fino ai quarti venerdì è stato costretto però a cede il passo per 5-3 al russo Mikhail Poimtsev. Sabato esce invece al primo turno contro il kazako Olzhas Kulazhan per 3-2. Nel femminile solo Pamela Bodei (+59 kg) riesce ad arrivare al terzo turno dove viene sconfitta dalla turca Sezgin Kayra per 2-0, sabato cede invece al secondo incontro per hantei alla croata Greta Zorko Mia. Eliminazione al secondo turno in entrambe le gare sia per Cristian Zippoli (+68 kg), che per Federica Cavallaro (-59 kg), mentre fuori al primo Asia Agus (-53 kg). “La gara è stata di altissimo profilo, sia tecnico che agonistico – commenta il coach azzurro Andrea Torre -. I nostri ragazzi potevano fare di più, ma obiettivamente i nostri avversari sono stati emotivamente più concentrati e tecnicamente più bravi. Tante Nazioni stanno lavorando in prospettiva, investendo tantissimo come ad esempio la Russia. Facendo un'analisi dei podi poi vediamo sugli scudi Giappone (6 qualificati a Buenos Aires su 6 in gara) Iran, Russia, Marcocco, ma anche individualità forti dalla Thailandia, Arabia Saudita, Ucraina, Portorico…Dall'altro lato abbiamo visto Paesi come Francia e Spagna che con il sistema di qualificazione diretta non avranno nessuno in Argentina”. L’Italia invece può ancora contare sull’unico azzurro che tenterà la corsa al titolo olimpico, Rosario Ruggiero, già qualificato di diritto grazie al primo posto nel ranking mondiale dei -68 kg: “Crediamo che Rosario sia un eccellente atleta e potrà fare davvero bene, ma dopo che abbiamo constatato il livello degli avversari in questo fine settimana sappiamo che dovrà lavorare sodo per farsi trovare pronto”.

Altre News