Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Premier League a Rabat: il Team femminile in finale, Busato per il bronzo! Domani le finali in diretta

images/karate/large/Sq_femm_kata_.png

Roma, 20 aprile 2019 - Si chiude anche la seconda giornata di eliminatorie a Rabat, in Marocco. Alla terza tappa del circuito internazionale Premier League, l’Italia conquista altre due finali nel kata: una per l’oro grazie alla squadra femminile e una per il bronzo grazie a Mattia Busato. Con le due per il terzo posto ottenute ieri con Viviana Bottaro nel kata e Angelo Crescenzo nel kumite, salgono a quota 4 le finali azzurre che si disputeranno domani.  

Il team rosa composto da Michela Pezzetti, Carola Casale e Terryana D’Onofrio si conferma subito ai vertici ottenendo il punteggio più alto nel girone eliminatorio: 23,72 e finale conquistata, domani se la vedrà con la Russia. Mattia Busato, invece, si classifica al primo posto nel girone 1 con il punteggio di 25,4, al secondo nei girone 2 e 3 rispettivamente con 24,86 e 25,64: per il bronzo affronterà il giapponese Kazumasa Moto. 

Niente da fare per gli altri azzurri in gara oggi. Nei -61 kg Laura Pasqua si spinge fino ad un passo dalla semifinale: supera ben tre turni vincendo contro l’ucraina Diana Shostak per 2-0, l’algerina Chaima Midi per 4-0 e la kazaka Madina Utelbayeva per 5-2, lo stop arriva con la francese Gwendoline Philippe per 2-1. La successiva sconfitta della cugina d’Oltralpe per mano della cinese Xiaoyan Yin (4-3), preclude il ripescaggio dell’azzurra. Stesso percorso anche per Silvia Semeraro nei -68 kg che vince sulla francese Lea Avazeri per 8-0 e l’egiziana Nada Mohamed per 4-1, ma si ferma con la giapponese Kayo Someya dopo un incontro combattutissimo terminato 7-6 per l’avversaria, la quale subisce poi la sconfitta da parte della svizzera Elena Quirici (2-1), togliendo ogni possibilità di ripescaggio all'azzurra. Nei +68 kg Clio Ferracuti ha la meglio su Suzelle Pronk (Nam) per 4-0 e Tzu-Hsuan Wen (Taipei) per 1-0, ma perde con Nadege Ait Ibrahim (Alg) per 6-2. Out anche Simone Marino nei +84 kg, sconfitto al primo turno dal turco Alparslan Yamanoglu per 7-6. 

Domani, domenica 21 aprile, le finali saranno trasmesse in diretta streaming sul nostro sito, su Gazzetta.it e su Pmg Sport a partire dalle ore 10:30.