Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Serie A a Istanbul: l'Italia conquista 4 finali, in 7 ai ripescaggi. Oggi ultima giornata

images/karate/large/istanbul_finale_oro_sq_kata_m.jpg

Roma, 19 maggio 2019 - Chiusa ieri anche la seconda giornata di eliminatorie del circuito internazionale Serie A a Istanbul. Sono quattro le finali conquistate dagli azzurri e altre tre le possibilità attraverso i ripescaggi che vanno ad aggiungersi alle quattro ottenute venerdì. Medaglia assicurata per il team di kata composto da Gabriele Petroni, Franco Sacristani e Daniele Petrillo (Master Rapid Skf) che su ben 24 squadre in gara hanno raggiunto la finale contro la Turchia, passando come primi in entrambi i gironi rispettivamente con il punteggio di 25,06 e 24,34. Finale per il bronzo invece per il team azzurro composto da Gianluca Gallo, Alessandro Iodice e Giuseppe Panagia, passati come secondi con 24,06 e 24,74, che oggi se la vedranno con una squadra iraniana. Sempre per il bronzo anche Viviana Bottaro e Carola Casale (Fiamme Oro Roma): la prima, punta di diamante del kata azzurro, continua a lasciare il segno (p. 25.2; 25.14; 26.08; 26.68) e sfiderà la cinese Grace Lau Mo Sheung, mentre la seconda (p. 25.06; 25.74; 27.32; 25.72) se la vedrà con la giapponese Hikaru Ono. 

Nel kumite invece, il Campione del Mondo in carica nei -60 kg Angelo Crescenzo parte alla grande superando l’ungherese Andras Laszlo Kiss (1-0), il mas Mohd Norfarhan Nordin (8-0) e il giapponese Yunosuke Minami (1-0). Lo stop arriva per mano del kazako Yerknbek Baitureyev per 1-0, il cui accesso in finale gli regala i ripescaggi. Stesso percorso per Alessia Coppola Neri (Team Karate Puleo) nei +68 kg che, dopo aver superato la turca Yildiz Aras (0-0) e la tedesca Charlotte Grimm (0-0), si ferma poi contro la giapponese Ayaka Saito per 10-2, conquistando però la possibilità di inseguire in bronzo. Ai ripescaggi anche Gianluca De Vivo (C.S. Carabinieri Roma) che non riesce ad avere la meglio al primo turno sul greco Dionysios Xenos (2-0), poi finalista. 

Oggi in gara Luigi Busà nei -75 kg, poi ripescaggi e finali. 

Altre News