<

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

Italia terza a Podgorica nei Campionati del Mediterraneo Cadetti e Juniores

/immagini/Karate/2009/squadra_azzurra_giovamile_podgorica.jpg
Podgorica, 6 settembre 2009 - Brillante terzo posto dell’Italia cadetti e juniores nel 18° Campionato del Mediterraneo di karate che si è disputato a Podgorica, capitale del Montenegro. Quattordici le medaglie conquistate dagli azzurrini, sei nella classe cadetti (1 d’oro, 1 d’argento e 4 di bronzo) e otto nella classe juniores (3 d’oro, 1 d’argento e 4 di bronzo). La Squadra Nazionale guidata dal M° Vito Simmi (Presidente Commissione Nazionale Attività Giovanile)  e da Gennaro Talarico e Santo Torre componenti della stessa e accompagnata dal Prof. Andrea Lino (Medico Federale) ha ottenuto i seguenti risultati: oro nel kata individuale per Lorenzo Capacci (JU), per le squadre juniores di kata femminile (Federica Bellazzo, Chiara Masnata, Marine Hennon, Morena Vulpis) e maschile (Alessandro Iodice, Umberto Palmiero, Mattia Busato, Kim William Torre) e di Natasha Orefice nel kumite cadette, prima nei 47 kg. Medaglia d’argento nel kata individuale con Laura De Frenza (CA) e Michaela Di Desiderio (JU). Medaglia di bronzo infine per Chiara Zuanon, CA +54 kg, Claudio Carrubba, CA +70 kg, Luca Maresca, CA 52 kg, Giuseppe Cartelli, CA 63 kg, Laura Maniscalco, JU +59 kg, Lorenzo Ernano, JU +76 kg, Domenico Battigaglia, JU 55 kg, Gianluca De Vivo, JU 61 kg. Soddisfazione per il Prof. Giuseppe Pellicone, capo della delegazione azzurra, sia per i risultati, sia per l’eccellente riuscita della manifestazione, espressione dell’Unione delle Federazioni Mediterranee di Karate di cui è il Presidente, che ha radunato dodici nazioni (Albania, Algeria, Bosnia, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Italia, Malta, Montenegro, Serbia e Turchia) per 241 atleti. Un plauso particolare va anche al M° Pietro Antonacci arbitro mondiale e Presidente Commissione Arbitri e agli ufficiali di gara Francesco Rizzuto e Francesco Danese, la cui professionalità è stata garanzia di successo dell’intera gara. Altrettanto importante per l’aspetto organizzativo, è stato il contributo dell’apporto informatico garantito, ancora una volta,  dal M° Claudio Scattini. Con 18 medaglie (6 oro, 6 argento, 6 bronzo) la Turchia ha meritato il primo posto del medagliere, precedendo Egitto (6-3-6), Italia (4-2-8) e Francia (3-8-2). Tabelloni di gara e classifiche in GARE E RISULTATI

Altre News