Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Lotta

Un bronzo in Bulgaria dalla greco romana, azzurre fuori in Russia

Roma, 30\ngennaio 2016 – Ancora una medaglia dalla trasferta bulgara della nazionale nel\nsecondo giorno del torneo“Nikola Petrov” di greco romana: oggi è stato Davide\nCascavilla a portare a casa un bronzo nei 71 chilogrammi. L’atleta delle Fiamme\nOro ha superato, in un girone nordico, il bulgaro Izmirtysky (8-0) e l’egiziano\nAhmed Saleh (8-0) per poi perdere contro l’armeno Harutunyan (0-8); nell’ultimo\nincontro, valevole per l’argento è stato sconfitto dall’algerino Boudjemline\nAkrem e concludendo, così, terzo. 

\n

\nNulla di fatto per gli altri azzurri in gara nel torneo stile libero “Dan\nKolov”: fermi al primo turno Arianna Carieri contro l’ucraina Husyak, William\nRaffi con il cinese Zushen, Salvatore Mannino con il moldavo Burianu e\nAlessandro Cangiano con il mongolo Tsogtbaatar. Solo Givi Davidovi (57 kg) è\nstato ripescato dal bulgaro Feraim, ma non ha potuto superare il canadese\nPineda pur concludendo 5 a 5. “E’ stata una giornata comunque positiva –\ncommenta il tecnico della greco romana Marco Papacci – Davide si è cimentato\nnella categoria superiore batytendosi senza timore e bene. Peccato per gli\naltri e soprattutto per Davidovi che è stato vittima di un arbitraggio a mio\navviso dubbio. Avrebbe potuto avvicinarsi al podio.”

\n

Gara senza\npodio anche in Russia dove Francesca Mori e Silvia Felice erano impegnate nel “Grand\nPrix Ivan Yariguin”. Felice ha esordito con successo contro la mongola Yambazayal\nTsogbaator (4-3) ma poi è stata battuta dalla russa Nadezhda Fedorova che l’ha\nmandata ai ripescaggi. Qui si è arenata contro la russa Darya Leksina. Viaggio\nbreve per Mori battuta da Tatyana Novik (RUS) e non ripescata.

\n

Ma la vera notizia da Krasnoyarsk è che la supercampionessa giapponese Kaori\nIcho (tre ori olimpici e dieci titoli mondiali) ha subito la sua prima\nsconfitta dal 2003, perdendo in finale con Orkhon Purevdorj. La giovane mongola\n(medaglia di bronzo ai Mondiali juniores 2013) ha battuto la star giapponese\nnettamente (10-0) interrompendo un dominio nella categoria dei 58 chilogrammi\nche sembrava totale. 

Altre News