Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mondiali Veterani Stile Libero: l'Italia conquista un oro, un argento e un bronzo

images/mondiali_veterani_stile_libero_2018.jpeg

Roma, 30 settembre - Chiusi i Campionati Mondiali Veterani Stile Libero andati in scena nel fine settimana a Skopje in Macedonia. L’Italia, in gara con 10 azzurri divisi per fasce d’età oltre che di peso, conquista un oro, un argento e un bronzo. I primi a salire sul podio sono stati Jonathan Molfino e Florin Moisiuc, impegnati in una finale tutta italiana nei -78 kg della divisione C (max 50 anni): Molfino, dopo aver superato il turco Barutcu (2-0), l’armeno Asatryan (5-0) e il russo Sidorov (2-2), vince sul compagno di nazionale per 10-0 e si laurea Campione del Mondo. Argento quindi per Moisiuc che conquista la finale battendo prima l’ungherese Pusztai (0-0) e poi il macedone Melnitchi (6-1). La medaglia di bronzo arriva da Lorenzo Carieri che, nei -70 kg della Division D (max 55 anni), cede il passo al russo Danilov (2-2): l’accesso in finale dell’avversario gli consente l’accesso ai ripescaggi dove l’azzurro ha la meglio sul bulgaro Dimitrov (5-0), strappando poi il terzo gradino del podio al giapponese Mori (2-2). 
Niente da fare per gli altri azzurri in gara. 
Division A (max 40 anni): Eduardo Carra (-78 kg) vince sull’iraniano Samadi (0-0), perde contro il russo Ezerkhanov (10-0); 
Division B (max 45 anni): Giacomo Corso (-62 kg) vince contro l’ungherese Kardos (4-0), ma perde con il russo Darzhaa (12-2), il turco Zengin (4-2) e il turco Basar (16-4); 
Division C (max 50 anni): Antonino Calandra (-70 kg) vince con il francese Desmons (10-0), perde con l’austriaco Graf (9-6), nella stessa categoria Massimo Aresti (-70 kg) perde con l’ucraino Iatsenko (3-0) e non supera il ripescaggio con il tedesco Bittmann (10-0), mentre Manlio Fogliano (-78 kg) perde con il tedesco Karavanos (10-0); 
Division E (max 60 anni): Pietro Claudio Bortolu (-62 kg) perde prima con il mongolo Badamgarav (4-2) poi con il macedone Angelov (2-0). 

Altre News