Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Europei Under 23 in Serbia: Iannattoni quinto. L'Italia chiude senza medaglie

images/LOTTA/large/lotta-campionati-mondiali-u23-simone-iannattoni-2_20181121_1687957833.jpg

Roma, 10 marzo 2019 - Si chiudono i Campionati Europei Under 23 a Novi Sad, in Serbia. L’Italia non riesce a brillare nella rassegna continentale che lo scorso anno aveva visto Enrica Rinaldi salire sul terzo gradino del podio, questa volta invece quinta. Gli ultimi azzurri a salire sulle materassine serbe sono stati i tre dello stile libero che non sono riusciti ad ottenere una medaglia. Ad avvicinarsi all’obiettivo è stato Simone Iannattoni che nei -97 kg si classifica al quinto posto: fermato al primo turno dal russo Shamil Alievitch Musaev (11-0), poi argento, supera il ripescaggio che lo vede opposto all’ungherese Kristof Wittmann per 6-2 ma nella finalina per il bronzo ad avere la meglio è il bielorusso Dzianis Khramiankou per 11-0. Anche Gabriele Doro si ferma ad un passo dalla possibilità di giocarsi il podio: nei -86 kg vince contro il britannico Syerus Eslami per 4-3, perde contro il russo Arsen Ali Musalaliev 13-2, ma viene ripescato. Contro l’azero Gadzhimurad Magomedsaidov non riesce ad imporsi ed è l’azero ad ottenere il pass per la finalina per 10-0. Niente da fare per William Raffi nei -92 kg che non riesce a superare il primo turno contro l’azero Shamil Zubairov (6-1) il quale, sconfitto in semifinale, non concede il ripescaggio all’azzurro. 

Altre News