Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mondiali Under23 a Budapest: 5 azzurrini in gara. Nel fine settimana via al Gran Premio Giovanissimi stile libero

images/LOTTA/large/Enrica-rinaldi.jpg

Roma, 24 ottobre 2019 - Dal 28 ottobre al 3 novembre l’Ungheria sarà teatro dei Campionati Mondiali Under 23. Saranno cinque gli azzurri che saliranno sulle materassine di Budapest, tutti iscritti però con le proprie società di appartenenza: William Raffi (Meeting Giarre A.s.d. Catania) nei -92 kg dello stile libero, Giovanni Freni (G.S.Fiamme Oro Roma) nei -55 kg della greco-romana, mentre per la femminile Morena De Vita (G.S. Fiamme Oro)  nei -59 kg, Aurora Campagna (G.S.Fiamme Oro)  nei -62 kg ed Enrica Rinaldi (Club Atletico Faenza)  nei -76 kg. Per una settimana i migliori atleti del mondo tra i 19 e i 23 anni si sfideranno per il titolo. Si parte con lo stile libero, dove martedì vedremo in gara Raffi. Si continua poi con la femminile, dove mercoledì toccherà a De Vita e Rinaldi, mentre Campagna lotterà giovedì. A chiudere la rassegna iridata la greco romana con Freni in gara venerdì. Ad accompagnare i ragazzi il delegato Enrique Valdes, il coache Marco Arfè del G.S.Fiamme Oro e l’arbitro Edit Dozsa.

Nel fine settimana invece appuntamento con la lotta italiana al PalaPellicone di Ostia dove, sabato 26 ottobre, andrà in scena il Gran Premio Giovanissimi dedicato alle classi Esordienti “A” e Ragazzi/e della specialità stile libero: 150 gli iscritti di 30 società che calcheranno le materassine romane per una giornata intera di competizioni. I Campionati Italiani di classe partono dagli Esordienti B, ecco perché questo torneo che da la possibilità ai giovanissimi di tutta Italia, nati tra il 2007 e il 2010, di sfidarsi: una gara nata per verificare lo stato della lotta in fase giovanile e puntare gli occhi sulle nuove leve del domani. Un’ottima prova che consente di preparare al meglio i giovani che poi entreranno nell’età agonistica vera e propria con le gare a punteggio. 

Altre News