Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il saluto di Riccione ai 250 tecnici di Ju Jitsu presenti allo stage nazionale

images/2019/large/20190607_Riccione_JJ2.jpg

Sono state giornate intense ed impegnative quelle cui, oltre 250 tecnici di Ju Jitsu, hanno preso parte a Riccione. Si è trattato, in pratica, di un grande contenitore nel quale si sono tenuti il corso nazionale per l’acquisizione delle qualifiche tecniche, lo stage nazionale di aggiornamento per gli Insegnanti Tecnici e lo stage nazionale agonistico per le discipline del Fighting System e del Ne Waza, ai quali hanno portato il loro contributo docenti quali Roberta Baldi, psicologa e Lucio Maurino, campione del mondo di karate e 2° dan di Ju Jitsu. I lavori si sono svolti con la supervisione della commissione nazionale Ju Jitsu costituita da Antonio Amorosi, Mario dell’Aquila, Alessandro Ponzio. “Volge al termine il lungo week end del primo stage nazionale Ju Jitsu Fijlkam – ha commentato il Presidente Amorosi - nella stupenda cornice di Riccione. Alla presenza dell’assessore allo sport del Comune di Riccione, Stefano Caldari, che ha portato anche il saluto del Sindaco, Renata Tosi, gli oltre 250 tecnici Fijlkam si sono impegnati sotto la guida attenta dei docenti nazionali e Frederic Roncioni che, gradito ospite, ha portato dal Belgio la sua esperienza della scuola Hontai Yoshin Ryu. Le varie parti dello stage hanno avuto tutte uno svolgimento ordinato e funzionale, raggiungendo in tutti i casi gli obiettivi che erano stati posti. I lavori si sono completati con gli esami del corso acquisizione qualifiche, le esibizioni degli stili acquisiti, e quindi saluto finale. Arrivederci a settembre – ha concluso Amorosi – in occasione del secondo stage nazionale, lo stage di ne waza e la gara a squadre”.

Altre News