Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

In 41 a Madrid per un’European Open da record

images/madrid18.jpg

È una partecipazione eccezionale e, forse, anche da record quella che si registra per la Continental Open a Madrid, in programma sabato 2 e domenica 3 giugno. Risultano iscritte infatti, ben 50 nazioni per un totale di 449 atleti, numeri che, se confermati, sarebbero inferiori nel 2018 soltanto a due Grand Slam, Parigi (71 nazioni) e Dusseldorf (65). Il grande interesse per l’appuntamento madrileno potrebbe essere determinato dal fatto che il punteggio rimane ‘attivo’ per l’intera qualificazione olimpica, ma è vero anche che il primo posto nell’Open vale un settimo della vittoria in un Grand Prix ed un decimo di quella nel Grand Slam. Ciò non impedisce a molti atleti top ranking di essere presenti a Madrid per con l’obiettivo di verificare la condizione o fare un test nella categoria superiore. Un test importante è anche quello riservato agli arbitri che sosterranno l’esame per la qualifica IJF A. Per l’Italia saranno presenti (a partecipazione libera) ben 41 atleti e fra questi ci sono anche tre che hanno partecipato ai campionati d’Europa, Manuel Lombardo, Giovanni Esposito e Christian Parlati e quattro, che sono stati inseriti del progetto Tokio 2020 e segnalati nella recente circolare 29/2018, Andrea Carlino, Gabriele Sulli, Leonardo Casaglia, Alice Bellandi.

- Gli iscritti

Altre News

fake hub hd sexy hub Female domination Flashbit porn