Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Pescara 2009, Italia ancora sul podio con Bagnoli e Barbieri

/immagini/Judo/2009/Bagnoli_esulta_RID.JPG
Pescara, 5 luglio 2009. L’Italia del judo chiude bene i XVI Giochi del Mediterraneo piazzando sul podio Lorenzo Bagnoli, terzo nei 90 kg ed Erica Barbieri, terza nei 70 kg. Un guizzo della Francia, oro con Teddy Riner (+100) e Marie Pasquet (70), strappa agli azzurri il primato del medagliere, ma quella dell’Italia rimane in ogni caso un prova eccellente. Tre medaglie d’oro, una d’argento e 4 di bronzo per la squadra diretta da Felice Mariani, Luigi Guido, Dario Romano e Alberto Di Mario, seconda alle spalle della Francia che ha pareggiato in extremis i 3 ori, ma aveva già conquistato 4 argenti e 1 bronzo. Ottima terza la Slovenia con tre medaglie d’oro, 1 argento e 3 bronzi, poi Grecia (2-0-2), Tunisia (1-3-1), Egitto (1-2-1), Serbia (1-0-0). Soddisfatto anche lo staff organizzatore delle gare di judo che ha fatto capo a Silvio Tavoletta. 90 Lorenzo Bagnoli supera il primo ostacolo, Eldin Lukac (BIH), con ippon di o uchi gari dopo 50”, quindi si batte con Ilias Iliadis (GRE) e lo fa con la determinazione giusta, ma la controtecnica del greco (waza ari) decide il match e resiste anche alla rimonta dell’azzurro (shido 2). Recuperato vince nettamente (shido 2) con David Alarza (ESP) e, per la medaglia di bronzo, sfida Hisham Mesbah (EGY), terzo a Pechino. Bagnoli è irresistibile, impone la posizione e la presa, l’egiziano tenta l’attacco, ma l’azzurro schiva e rientra, yuko. Quasi un minuto più tardi l’azione si ripresenta analoga, ma questa volta l’uchi mata di Bagnoli è valutato waza ari. Non è finita, a metà match Bagnoli cambia repentinamente fronte d’attacco, seoi a destra: ippon e medaglia di bronzo. 1. ILIADIS, Ilias Of Nikos GRE 2. EL ASSRI, Mohamed MAR 3. BAGNOLI, Lorenzo ITA 3. BOUYAKOUB, Lyes ALG 5. MASSIMINO, Vincent FRA 5. MESBAH, Hesham EGY +100 Alessandro Frezza passa il primo turno, ma poi la strada è sbarrata da Angel Parra (ESP) che, a fronte di 3 penalità subite prevale nettamente, waza ari e ippon. Altra sconfitta nei recuperi con il montenegrino Marko Radulovic che, subite le 3 penalità di prassi, marca ippon. L’azzurro è settimo. 1. RINER, Teddy FRA 2. CHEDLY, Anis TUN 3. EL SHAHABY, Eslam EGY 3. PARRA, Angel ESP 5. KOCATURK, Remzi TUR 5. RADULOVIC, Marko MNE 7. FREZZA, Alexandro ITA 70 Erica Barbieri parte fortissimo, ippon a Assania El Azaar El (MAR), un altro a Kahina Hadid (ALG), ma poi s’inceppa con Rasa Sraka (SLO), tre yuko a uno e passa la slovena. Per il bronzo se la vede con Kristina Marijanovic (CRO). L’azzurra è nettamente superiore e lo evidenzia con un waza ari di o uchi gari a metà incontro, doppiato da un altro waza ari di gaeshi a pochi secondi dal termine. 1. PASQUET, Marie FRA 2. SRAKA, Rasa SLO 3. BARBIERI, Erica ITA 3. IGLESIAS, Leire ESP 5. HADID, Kahina ALG 5. MARIJANOVIC, Kristina CRO +78 Lucia Tangorre recupera e vince con la francese Emilie Andeol, ma poi non riesce ad opporsi a Gulsah Kocaturk (TUR), che vince per yuko e ippon. Nei recuperi si ferma di fronte a Nihel Cheit Rouhou (TUN) per yuko ed è settima. 1. POLAVDER , Lucija SLO 2. CERIC, Larisa BIH 3. CHEIT ROUHOU, Nihel TUN 3. KOCATURK, Gulsah TUR 5. EL KILALI, Rania MAR 5. RAMDAN, Samah EGY 7. TANGORRE, Lucia ITA

Altre News