Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Giornata amara per gli azzurri a Rotterdam, eliminati Quintavalle, Forciniti e Di Cristo

/immagini/Judo/2009/Quintavalle-_Fin___43_.jpg
Rotterdam, 27 agosto 2009. Sorpresa da un attacco alle gambe della portoghese Telma Monteiro, l’azzurra d’oro a Pechino, Giulia Quintavalle, si è fermata ai sedicesimi di finale dei 57 kg nella seconda giornata del Campionato del Mondo che si disputa nell’Ahoy Indoor Stadium di Rotterdam. Amareggiato il D.T. Felice Mariani: «Giulia si è presentata in buone condizioni alla gara, libera e tranquilla, nonostante la preparazione sia stata precaria causa l’infortunio alla caviglia. Nel primo incontro, con la finlandese Nina Luukkainen, ha rimontato un waza ari di svantaggio e ha vinto al termine del golden score dimostrando tenuta atletica e lucidità. Rimane l’amaro in bocca per com’è stata sorpresa subito dalla Monteiro, senza potersi nemmeno esprimere in un incontro che avevamo studiato e preparato adeguatamente». La giornata per gli azzurri non è stata risollevata nemmeno da Rosalba Forciniti, sconfitta ai sedicesimi dei 52 kg da Ana Carrascosa (ESP), né da Giovanni Di Cristo, fuori ai sedicesimi anche lui per mano di Rinat Ibragimov (KAZ) nei 73 kg. «Rosalba ha combattuto bene – ha aggiunto Mariani – ma non è riuscita a ripetere il grande incontro che fece con Carrascosa a Pescara, mentre Giovanni ha fatto molto bene il primo match, vinto per ippon con Dennis Iverson (AUS), ma con il kazako sarebbe servita proprio un’altra marcia”. La Francia vince a sorpresa il primo oro con Morgane Ribout nei 57 kg, mentre il Giappone va a quota due con Misato Nakamura nei 52 kg e va al comando solitario del medagliere (2-1-0) davanti alla Corea del sud (1-0-2) e Francia (1-0-1). -52 kg 1. NAKAMURA, Misato JPN 2. BERMOY, Yanet CUB 3. CARRASCOSA, Ana ESP 3. TARANGUL, Romy GER 5. HE, Hongmei CHN 5. JO, Song Hui PRK 7. BRAVIK, Kitty NED 7. MUNKHBAATAR, Bundmaa MGL -57 kg 1. RIBOUT, Morgane FRA 2. MONTEIRO, Telma POR 3. GASIMOVA, Kifayat AZE 3. KARAKAS, Hedvig HUN 5. MATSUMOTO, Kaori JPN 5. SILVA, Rafaela BRA 7. BIELAK, Malgorzata POL 7. LIEN, Chen-Ling TPE -73 kg 1. WANG, Ki-Chun KOR 2. KIM, Chol Su PRK 3. ISAEV, Mansur RUS 3. VAN TICHELT, Dirk BEL 5. HUYSUZ, Sezer TUR 5. IBRAGIMOV, Rinat KAZ 7. UEMATSU, Kiyoshi ESP 7. UNGVARI, Attila HUN