Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Karate

Maniscalco in copertina per FOR MEN Magazine

/immagini/Karate/2009/Maniscalco_Copertina_2_01.jpg
FOR MEN Magazine, il diffusissimo mensile diretto da Andrea Biavardi, Cairo Editore, dedica la copertina del mese di maggio (n.74) al pluricampione della Nazionale Italiana di Karate Stefano Maniscalco, di cui ricordiamo le due bellissime medaglie, una d’oro e l’altra di bronzo, conquistate agli ultimi Campionati del Mondo di Tokyo nella specialità del kumite, combattimento (rispettivamente per la categoria + 80 kg ed open, risultato speculare a quello ottenuto nel 2006 a Tampere, dove conquistò l’oro nell’ open ed il bronzo nella categoria + 80 kg). Oltre alla copertina, ben 4 pagine all’interno sono dedicate al nostro grande atleta, appartenente al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, con un’intervista a firma di Ivar De Mitri che, con domande calzanti, spazia su diversi aspetti del Karate: se debba considerarsi sport o filosofia di vita; il controllo dei colpi; i kata ed il loro significato oggi; la “violenza” e l’ultimate fighting; quale sia l’approccio corretto alle arti marziali…su tutti questi aspetti, ed altri connessi al Karate, Stefano Maniscalco dà risposte chiare ed esaurienti, come era lecito attendersi da un grande campione del suo livello. Un campione –  che, per inciso, appare anche sulla copertina dell’ ultimo numero della rivista ufficiale della Fijlkam, Athlon, ritratto in uno spettacolare momento di gara a Tokyo — la cui massima mira sarebbe quella di partecipare ad un’ Olimpiade. Se la sessione del CIO di novembre 2009 deciderà nel senso che tutti auspicano e cioè per una definitiva inclusione del Karate nel programma Olimpico, ai Giochi del 2016 l’Azzurro, che allora sarà poco più che trentenne, potrà dire brillantemente la sua: ad maiora Stefano! ( Clicca qui per leggere l’intervista )

Altre News