Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Torneo Golden Belt in Serbia, super Under 21: 2 ori, 1 argento, 2 bronzi

images/karate/large/azzurri_serbia2019.jpeg

Roma, 14 aprile 2019 - Si è concluso ieri il Torneo Internazionale Golden Belt in Serbia dove l’Italia ha conquistato cinque medaglie grazie ai ragazzi della classe Under 21: 2 ori, 1 argento e 2 bronzi. A salire sul primo gradino del podio il già bronzo olimpico di Buenos Aires 2018 Rosario Ruggiero che nei -67 kg non ha avuto rivali, così come la Campionessa Europea in carica nei -55 kg Veronica Bronori: “Il loro è stato un percorso lineare – commenta il Tecnico del Centro Sportivo Esercito Nello Maestri a capo della spedione azzurra -, dove sono riusciti ad avere la meglio con facilità in tutti gli incontri. Rosario ha dimostrato un’ottima determinazione in finale quando, sotto di 1-0, è riuscito a ribaltare la situazione con un calcio al viso da tre punti”. Si ferma ad un passo dalla vittoria Alessandra Mangiacapra: la Vice Campionessa Europea non riesce a superare l’atleta di casa, che aveva già precedentemente battuto Giulia Angelucci, poi medaglia di bronzo. “Sono state entrambe bravissime, ma la serba si è rivelata un vero ostacolo per via delle sue leve molto lunghe e difficili da gestire”. L’altro bronzo arriva da Danilo Greco nei -60 kg: “Buona prestazione – continua Nello -, è riuscito a spingersi fino alla semifinale dove ha dominato per quasi tutto l’incontro. Il vantaggio di 2-0 non è però bastato quando a pochi sencondi dal termine l’avversario ha messo a segno una proiezione approfittando di un suo momento di distrazione”. Niente da fare invece per la Campionessa Europea in carica nei -50 kg Nicole Murabito: “Ha avuto la sfortuna di perdere contro un’atleta valida che però poi non le ha poi concesso il ripescaggio. In generale è stata una gara lunghissima, per noi iniziata con l’arrivo alle 9 al Palazzetto, forse si poteva fare qualcosa in più, ma non è stato facile per i ragazzi e sono stati davvero bravi”. 

Altre News