Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Lotta

Mondiali universitari: si chiude con stile libero e femminile

/immagini/Lotta/2010/28102010211256_48.JPG
Roma, 28 ottobre - Concluso il terzo giorno del Campionato Mondiale Universitario di Torino con le ultime competizioni femminili, ci si avvia verso il momento clou della rassegna iridata e cioè la “due giorni” di greco romana. Non ci sono state grandi possibilità di affermazione per le azzurre e gli azzurri in gara nei primi quattro giorni, come racconta il DT Carlo Marini al telefono dalla città sabauda: “sinceramente siamo rimasti sorpresi dal livello di questa competizione, molto alto e ben al di sopra degli standard di una gara universitaria; ci sono le nazioni tradizionalmente più forti nella disciplina, come Russia, Ucraina, Azerbaijan per esempio, che schierano qui la prima squadra. Premesso ciò posso dire che i nostri atleti si sono battuti con grande generosità e che, in alcuni casi, avrebbero potuto gestire meglio gli incontri per andare più vicino alla possibilità di una medaglia e questo soprattutto in campo femminile. Ad esempio gli incontri di Maria Diana, Ornella Bucci e Simona Corbani sono stati ben combattuti e le avversarie erano decisamente alla loro portata: le nostre pur lottando bene non hanno saputo tenere lo stesso rendimento fino alle ultime fasi degli incontri andando a perdere di misura. Ma in tutti e tre i casi la vittoria era proprio alla portata e con essa la possibilità di avvicinarsi al podio. Per quanto riguarda lo stile libero, invece, la situazione è più complicata e ciò per due ordini di motivi: il primo è che il livello generale dei partecipanti è molto alto e il secondo è che noi, al contrario, abbiamo schierato qui una squadra di universitari che non sono i titolari in nazionale. Pur trattandosi di atleti di buon livello non sono partiti alla pari con i loro colleghi stranieri. Posso affermare, comunque, che nessuno degli azzurri si è risparmiato nel lottare o ha dato meno del suo massimo con passione e generosità”. Domani il programma prevede in gara le categorie kg. 55, 66, 84 e 120; inizio alle ore 9.30, ripescaggi e finali dalle 17.30 alle 20.30. In gara per l’Italia ci saranno Tiziano Corriga nei 66, Paolo Benso negli 84 e Rocco Daniele Ficara nei 120 chilogrammi. Per i risultati completi www.wuwc2010.org

Altre News