Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Lotta

Al PalaFijlkam proclamati i nuovi Campioni cadetti di stile libero

Roma, 3 maggio - E’ stata una gara bella e ben combattuta quella che si è svolta oggi a Ostia e che ha visto impegnati circa 170 lottatori cadetti nel contendersi il titolo di campione italiano di stile libero. Buona la partecipazione delle Società che sono venute da tutta Italia in 64, tra le quali anche alcune di nuova affiliazione. Al termine della gara il primo posto è stato conquistato dal GS Lotta Termini Imerese del M° Purpura con 49 punti, al secondo posto l’AAP Enzo Scuderi con 43 punti, terza posizione per l’ASD Team Lotta Puglia con 37 punti, quarta per il sempre presente Lotta Club Rovereto di Luciano Debiasi con 32 punti, al quinto posto la storica Borgo-Prati con 22 punti ed al sesto posto il JC Franco Quarto con 20 punti. I Campioni italiano cadetti 2008 sono: kg. 42 Pietro Calandrone - GS Lotta Termini Imerese; kg. 46 Alessandro Cangiano - Ilva Bagnoli; kg. 50 Jonathan Cassar - GS Lotta Termini Imerese; kg. 54 Salvatore Mannino - Meeting Giarre; kg. 58 Gianluca Li Causi AAP Scuderi; kg. 63 Lorenzo Gentile - Lotta Club Rovereto; kg. 69 Nica Mihail - ASD Lotta Falchera Torino; kg. 76 Francesco Bincoletto - Borgo-Prati; kg. 85 Antonio Vitale - Mediterraneo 2000 Napoli; kg. 100 Daniel Andreis - Lotta Club Rovereto.                                           Positivo il commento di Mauro Massaro, presente alla competizione come osservatore nella sua veste di Coordinatore della Commissione giovanile: “i ragazzi hanno dato vita ad una gara bella e tecnicamente di buon livello; il giovane Cangiano ha confermato ancora una volta il suo talento, così come hanno fatto Cassar e Mannino il quale nella categoria 54 chilogrammi continua a confermarsi titolare. Ho trovato interessante anche Gianluca Li Causi che nei 58 ha battuto in finale Costa che era senz’altro favorito; mi piace menzionare anche l’ottimo lavoro svolto sia da Vitale che da Bincoletto, così come è stato bravo il grecoromanista Andreis a riappropriarsi del titolo che gli era sfuggito nella greco romana”.

Altre News