Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Sumo

Epiro ai piedi del podio ai Mondiali di Sumo a Hong Kong

/immagini/ANDREA_Andrea_Epiro_dopo.JPG***Andrea_Epiro_prima.JPG***Didi_Vava_Pele.JPG

Ostia, 1 novembre 2012. Andrea Epiro si è classificato al quinto posto nel Southern Stadium ad Hong Kong, dove si è disputato il 18° Campionato del Mondo di Sumo che ha registrato 28 nazioni in gara. Guidato dal DT Giovanni Parutta, l’azzurro del gruppo sportivo Fiamme Azzurre è stato protagonista di un’ottima prova in cui ha disputato 4 incontri. «Al primo turno Andrea ha incontrato il fortissimo russo Kaziev Atsamat – è il commento di Parutta – e dopo averlo ben contrastato nella partenza, è andato poi in difficoltà nel corpo a corpo perdendo per uscita dal dohyo (Yori Kiri). Nei recuperi, Epiro ha dato il meglio di sè eliminando il tedesco Erik Hoft per uscita (Yori Kiri) ed il mongolo Bayarsaikhan Zanabazar con una proiezione (Hataki Komi). Nella finale per bronzo ha affrontato il giapponese Ryo Ito, campione uscente e, dopo una buona partenza, Andrea si è lasciato sfuggire un’incertezza del nipponico, il quale ha reagito con una poderosa azione di spinta (Oshi Dashi) che ha lasciato Epiro al quinto posto». Aggregato alla delegazione azzurra anche l’arbitro Sergio Palumbo, entrato a far parte dell’elite internazionale degli arbitri centrali (gyoji), si è messo in evidenza per l’accurata  gestione e valutazione degli incontri, al punto da meritare i complimenti dalla commissione ISF.

Altre News