Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Stage Fijlkam a Lignano con 37 medaglie europee e mondiali

/immagini/Judo/2010/Stage_FIJLKAM1_RID.jpg
Lignano Sabbiadoro, 31 agosto 2010. Molti giovani campioni e numerosi tecnici di altissimo livello fra gli oltre cinquecento atleti di nove nazioni e ben 13 regioni italiane che hanno preso parte nel Villaggio Sportivo Getur di Lignano Sabbiadoro al 6° Stage Internazionale di judo organizzato dalla Fijlkam. Tenendo conto soltanto delle edizioni più recenti di EYOF, campionati d’Europa e del Mondo U17 e U20 sono ben 37 le medaglie conquistate da 23 atleti presenti sul tatami di Lignano. E si va dagli azzurri Arduini, Bombara, Carollo, Di Guida, Ferrari, Macrì, Melegari, Parlati e Regis, ai tedeschi Kiel, Gutsche, Muensteberg, Odenthal, Weiss, Heinle, gli austriaci Unterwurzacher, Zeltner, Graf e Taferner, la svizzera Kocher e gli sloveni Ratej, Milosevic e Vrsic. Con lo staff tecnico azzurro della Commissione Giovanile composto da Nicola Moraci, Laura Di Toma e Raffaele Toniolo, hanno calcato il tatami anche Marko Spittka, responsabile dell’Austria U20 femminile, Richard Trautmann con la Germania U20 maschile, Jenny Gal con la Svizzera U17 maschile e femminile e poi 25 atleti U17 e U20 della British Judo Association, la Slovenia con le squadre U20 maschile e femminile, la repubblica Ceka (U17 e U20), Taro Netzer con la Regione Salzburg, Adolf Zeltner con il Judo Wimpassing, un atleta di Malta e due della Francia. E poi Ylenia Scapin e Pino Maddaloni, che hanno già trasferito al ruolo di coach il talento e le motivazioni espressi nelle straordinarie carriere di atleti. Puntuale ed efficace il programma di lavoro, attuato con l’intervento a rotazione dei tecnici stranieri e con il supporto dei collaboratori Paolo Natale, Sandro Piccirillo, Pietro De Luca, Raffaele Parlati, Gianni Maman, è stato in grado di costruire il clima ideale per preparare al meglio il campionato d’Europa che si terrà a Samokov (BUL) dal 17 al 19 settembre. Tanto che Austria e Germania hanno posticipato la partenza a mercoledì 1 settembre. Terminato lo stage, gli azzurri rimangono in raduno a Lignano fino alla partenza per gli Europei.