Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Judo

Mondiali a Tokio, Mariani vede gli azzurri da medaglia

/immagini/Judo/2010/Sulli_EC_Vienna_rid.JPG
Ostia, 3 settembre 2010. È l’ora di partire alla volta di Tokio dove, dal 9 al 13 settembre, si disputeranno i campionati mondiali di judo. Sabato 4 settembre salgono sull’aereo il DTN Felice Mariani ed il peso massimo Paolo Bianchessi, primo degli 11 azzurri a gareggiare nel Yoyogi National Gymnasium giovedì 9 settembre. Il resto della squadra, Valentina Moscatt, Elena Moretti (48), Rosalba Forcinti (52), Giulia Quintavalle (57), Edwige Gwend (63), Erica Barbieri (70), Elio Verde (60), Antonio Ciano, Francesco Bruyere (81), Lorenzo Bagnoli (90), parte lunedì 6 con Domenico Falcone (capodelegazione), l'arbitro mondiale Massimo Sulli, gli allenatori federali Luigi Guido e Dario Romano, il fisioterapista Fabio Fonti. «Sarà un campionato molto difficile – è il commento di Felice Mariani alla vigilia della partenza – perché le categorie sono affollatissime e ne vedremo delle belle, saranno tanti i campioni che rimarranno fuori dal giro delle medaglie. La regola dei due atleti per nazione assieme al sistema dei recuperi dai quarti di finale è un’iniziativa che ha scontentato molti, perché ha stravolto un po’ tutto il sistema ed in un momento di recessione come questo, finisce per favorire quelle realtà che hanno disponibilità economiche. E l’Italia non è certo fra queste. Ad ogni modo – conclude Mariani - anche se il judo azzurro ha maggiori tradizioni alle Olimpiadi piuttosto che ai campionati del mondo, questa squadra ha più di un elemento da medaglia e affronta il torneo iridato con la consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie potenzialità. Consapevole anche che questa è soltanto una tappa che porta alle Olimpiadi». A fronte dell’enorme numero di atleti iscritti, salito a 843 per 101 nazioni, gli organizzatori hanno annunciato l’anticipo dell’orario d’inizio delle gare dalle 10 alle 9 (le 2 in Italia), in modo da rispettare le 17.30 (10.30 italiane) quale orario delle finali. Il programma Giovedì, 9: Gare M: +100 kg, -100 Kg; F: +78kg, -78 kg Venerdì, 10: Gare M: - 90 kg, - 81kg; F: - 70 kg Sabato, 11: Gare M: - 73 kg; F: - 63kg, -57 kg Domenica, 12: Gare M: - 66 kg, - 60 kg; F: -52 kg , - 48 kg Lunedì, 13: Gare Open M & F

Altre News