Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Lotta

Europei juniores: esordio appannato degli Azzurrini

/immagini/Lotta/2010/ep_samokov.png
Samokov, 30 giugno - Si è aperta con lo stile libero l’edizione bulgara degli Europei juniores di Lotta che è in svolgimento alla Samokov Sport Hall. E’ stata una prima giornata appannata quella di ieri per i due azzurri in gara: Francesco Rogolino nei 60 chilogrammi e Carmelo Lumia nei 74, entrambi eliminati al primo turno. Rogolino (Fortitudo 1903 Reggio Calabria) ha affrontato lo svizzero Kilian Aregger dal quale ha subito un secco 0-0, 2-0, 1-0 mentre Lumia (Pol. Mandraccio) si è visto opposto al rumeno Michael Manea che ho fermato con un deciso 4-0, 2-0. Niente recupero per entrambi gli azzurrini. Confermata la supremazia degli atleti dell’Est con la proclamazione a Campione Europeo di Anvar Gazimagomedov (RUS) nei 60 chilogrammi e di Davit Khutsishvili (GEO) nella categoria 74. Sorteggio non facile per gli azzurri in gara oggi nei 55 e 66 chilogrammi: sia Salvatore Mannino (Meeting Giarre ASD) che Angelo Costa (Club Atletico Termini Imerese) si sono visti accoppiati con i forti rappresentanti della nazionale bulgara Krum Antonov Chuchurov e Mihail Petrov Yanev. Al momento gli incontri nelle categorie sono ancora in svolgimento, sebbene entrambi i nostri rappresentanti siano stati battuti; Mannino per 0-3, 1-3 e Costa con il punteggio di 2-6, 5-0. Qualificandosi in finale gli atleti bulgari, ripescherebbero per la corsa al bronzo i nostri azzurri. “Si tratta di una competizione difficile per i nostri - è il parere unanime dei direttori tecnici Marini e Caudullo - volendo parlare per metafora la lotta giovanile italiana è scolaretta e quella europea, soprattutto dell’Est, universitaria. Gli azzurrini lotteranno con il cuore, come sempre sanno fare, ma probabilmente questo non basterà. Occorre considerare anche il divario di età che esiste con la media degli juniores europei: i nostri sono giovanissimi, in alcuni casi anche ultimo anno cadetto e questo non mancherà di fare la differenza”. Domani sarà il primo dei due giorni di competizione femminile; per l’Italia sono in gara Marta Iadeluca (Banzai Cortina) nei 51 chilogrammi che esordirà nella prima giornata e  Martina De Santi (Circolo Ilva Bagnoli) nei 55, in gara venerdì. Sabato e domenica, come di consueto nelle competizioni continentali, saranno dedicate alla greco romana. Gli azzurrini in gara sono Lorenzo Gentile (kg. 60 Pol. Mandraccio), Davide Cascavilla (kg. 66 Lotta Club Rovereto), Alessio Festi (kg. 74 Lotta Club Rovereto), Maurizio Pilotti (kg. 84 A.S.Borgo Prati) e El Mahdi Roccaro (kg. 96 CUS Torino).  I tecnici impegnati con il team in Bulgaria sono Carlos Rodriguez (stile libero), Annalisa Debiasi (femminile) e gli Olimpionici Gian Matteo Ranzi e Vincenzo Maenza (greco romana). Completano la squadra gli arbitri Edit Dosza e Luca Valentini. Presente il medico azzurro Mario Tangari.

Altre News